MENU
viaggi girolibero

Agenti in bici che multano automobilisti al cellulare (video)

News • di 9 Settembre 2016

text_and_drive

Negli Stati Uniti ci sono agenti della polizia stradale che girano in bicicletta tutto il giorno per multare gli automobilisti che messaggiano o controllano compulsivamente il cellulare mentre guidano, distraendosi e creando situazioni potenzialmente pericolose per gli altri utenti della strada.

Il video pubblicato da Circa spiega che il problema di chi guida e tiene in mano il cellulare – il cosiddetto “text and drive” – è davvero molto diffuso e gli automobilisti non sembrano rendersi conto della pericolosità insita in questo comportamento.

Agenti in bici che multano automobilisti al cellulare: quando avverrà sistematicamente anche sulle strade italiane?






2 Risposte a Agenti in bici che multano automobilisti al cellulare (video)

  1. Giuseppe ha detto:

    In Italia non avverrà mai, per diversi motivi. Agenti in bici, OK ma chi? Municipale? E polizia carabinieri e guardia di finanza? Andare in bici??? Ma se vanno in giro con auto che cadono a pezzi figuriamoci se un presidente del consiglio possa promuovere la mobilità alternativa e fornire le pattuglie di mezzi alternativi per fare il loro dovere.

    Auto che vengono controllate? Chi si avvicina in bici rischierebbe di venire travolto tanto poi, basta fermarsi, chiamare i soccorsi e paga l’assicurazione. La multa per che si messaggi a va alla guida diverrebbe un ricordo.

    Ma non scherziamo. L’Italia é garantista su tutto grazie ai governi che si sono succeduti da Berlusconi al presente guidato da Renzi.

    Mai una sanzione applicata completamente. Il doppio del minimo o il terzo del massimo… Ma che mi rappresenta??? 10€ ma che siano 10€ di sanzione. E qui ci perdiamo dietro ai poliziotti americani che in pantaloncini corti e bici fanno i verbali a chi guida messaggiando.

    Ma facciamo i seri, articoli così sono praticamente inutili, specie qua do si chiude l’articolo con un messaggio “stupidamente subliminale” come é in Italia quando??? In Italia mai!!!

    In Italia certe cose non le si faranno mai!

  2. paologaffu ha detto:

    Oppure la municipale che non si ferma all’attraversamento ciclabile della strada per fare passare le bici in attesa. Basta poco per capire il livello. Ma se siamo in tanti, piano piano, cambieremo questo sistema. Da ieri sono ricominciate le scuole da me, il traffico si è triplicato e per me è uno “spettacolo” superare colonne di auto bloccate ai semafori e osservare gli sguardi di “invidia” da quegli abitacoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *