MENU

Una nuova pista ciclabile da Pisa al mare

News, Rubriche e opinioni • di 23 gennaio 2018

Non poteva che chiamarsi “il Trammino” la futura ciclopista che collegherà la città di Pisa con il suo litorale. Dopo anni di lavoro da parte dell’amministrazione comunale e della Fiab, la Regione Toscana finanzia con 2,5 milioni di euro un progetto del costo complessivo di €3.065.118,00 che andrà a completare quello ben più ambizioso della Ciclopista dell’Arno.

Il percorso consentirà a pisani e a turisti di raggiungere Marina di Pisa percorrendo in bici una magnifica pista ciclabile che si snoderà all’interno del parco di San Rossore. La pista nascerà sul vecchio tracciato del “trammino” che fino agli anni ’60 ha accompagnato I pisani al mare. Esso sarà pertanto distante dalla strada consentendo ai ciclisti di pedalare sicuri e lontani dal traffico. L’intervento coinvolgerà anche alcuni quartieri cittadini che potranno così beneficiare del progetto per una riqualificazione ed una capillare ricucitura dei tratti di pista ciclabile attualmente presenti e spesso scollegati tra loro.

Attraverso questo magnifico percorso si potrà, partendo da Pisa, uscire dalla città in sicurezza ed una volta superata la località La Vettola, addentrarsi per circa dieci km nelle luci e negli odori del parco di San Rossore per arrivare alla vecchia stazione del Trammino che verrà riqualificata per l’occasione. Da lì, sarà possibile rifocillarsi al nuovo porto turistico e continuare fino a Tirrenia, sulla ciclabile che costeggia il mare e che sarà oggetto di interventi di riqualificazione.

Una magnifica occasione per la città di Pisa che diventerà a questo punto un vero e proprio snodo tra la ciclopista tirrenica (che partendo dalla Liguria arriverà fino al Lazio) e la ciclopista dell’Arno (che dal Casentino giungerà fino al mare costeggiando l’Arno “d’argento”).

I tempi di realizzazione non saranno imminenti. Le procedure burocratiche dei bandi pubblici ci impongono pazienza ma speriamo che entro l’estate 2019 si possa andare in spiaggia pedalando e godersi al ritorno I bei tramonti di Toscana, il mare alle spalle e lo sguardo volto alle Alpi apuane.

corsi meccanica ciclistica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter


Privacy