Monaco di Baviera, l’autorimessa smart che ti premia se non guidi

25 Novembre 2020

Al momento si tratta solo di un test ma le premesse sono ottime: a Monaco di Baviera si sta sperimentando un servizio intelligente di parcheggio che interagisce direttamente con l’automobilista e lo invita a scegliere l’alternativa più adeguata, tra cui quella di rinunciare all’uso dell’auto.

Il sistema tecnologico si basa sull’uso dell’intelligenza artificiale che grazie a una serie di sensori e di app riesce e a comunicare direttamente con il guidatore, dando informazioni sul livello di affollamento dell’autorimessa, sul costo di parcheggio che varia in funzione della domanda, sulla disponibilità di altri parcheggi liberi o che suggerisce di non usare l’auto in quel determinato spostamento.

Il progetto pilota è guidato da una società con sede nel Regno Unito, esperta nella gestione di sistemi legati alla tecnologia Blockchain. L’azienda che sta sperimentando la novità e che sa mettendo a disposizione il proprio garage auto nel centro di Monaco di Baviera è invece un’azienda di Connex Buildings.

L’obiettivo del test è controllare in tempo reale i prezzi e l’utilizzo dell’autorimessa e disincentivare le persone ad andare al lavoro in auto, premiandole con abbonamenti al trasporto pubblico per tutto il tempo in cui non utilizzano il loro posto auto.

L’idea è proprio quella di ricompensare chi ha compiuto determinate azioni “premianti” e ti scoraggiare chi adotta comportamenti poco sostenibili. Secondo chi sta gestendo l’operazione, se l’iniziativa venisse replicata su tutta la città di Monaco si avrebbe una diminuzione dell’uso dell’auto pari almeno al 10%, con la riduzione di 37.000 tonnellate di CO2, all’anno.

Un sistema di adattamento dei prezzi del parcheggio in base alla domanda di posti auto è già stato sperimentato e promosso a San Francisco, dove dal 2017 in alcune arre la tariffa a parcheggio è variabile. Questo caso ha dimostrato che all’aumentare della richiesta di parcheggi e quindi all’aumentarne del prezzo, la domanda è via via diminuita, segno che le persone scelgono di spostarsi in altro modo a fronte di costi per il parcheggio più elevati.

Proprio la diffusione e la massiccia disponibilità di posti auto gratuiti spinge le persone a muoversi in auto: limitando questa presenza e facendo pagare a caro prezzo l’uso della porzione di spazio a parcheggio la quota di auto circolanti diminuisce, alleviando traffico e inquinamento.

Nel 2021 sembra che il sistema verrà adottato anche da ulteriori autorimesse di Monaco, sarà allora che si potranno calcolare i reali benefici dell’operazione.

Lascia un commento

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti