MENU

Olanda in bici da Arnhem ad Amsterdam

Itinerari, Paesi Bassi • di

Un itinerario di quattro giorni alla scoperta dell’Olanda pedalando lungo la sua rete di percorsi ciclabili. Si parte da Arnhem e si attraversano Utrecht, Rotterdam con arrivo ad Amsterdam, città della bicicletta per eccellenza.
La rete di piste ciclabili in Olanda è molto sviluppata ed è organizzata attorno a ciclovie ad alta percorrenza chiamate LF e attraverso una rete di “incroci” numerati: qualsiasi sia la vostra meta, o in caso vogliate fare una deviazione, troverete sempre segnalata ad ogni incrocio l’opzione adatta a voi. Ovviamente su apposita segnaletica dedicata ai ciclisti. Come si vede in foto, lungo ogni strada si trovano due tipi di pannelli: quelli a bordo rosso indicano le vie più rapide, mentre quelli con il bordo verde indicano i percorsi più panoramici.
olanda-3

Per sapere sempre con esattezza dove siete e le diverse opzioni di percorsi ciclabili consiglio di acquistare una mappa specializzata per ciclisti (Fietskaart) 1:50 0000 con indicato il numero degli incroci e dei percorsi in modo da scegliere tra diverse opzioni in base alla lunghezza che preferite. Io ho comprato in una delle tante librerie le cartine Falk, molto conosciute e disponibili ovunque.

L’Olanda è perfetta per il cicloturismo e il clima è particolarmente favorevole durante la primavera e l’estate: le temperature tra maggio e settembre si aggirano attorno i 18 gradi. Purtroppo il rischio di prendere un po’ di pioggia è frequente nel corso della giornata, per questo è bene essere preparati e dotarsi di un’attrezzatura waterproof di qualità prima di partire. Per gli amanti delle previsioni meteo come me suggerisco di consultare il sito e l’app di Buienradar che in tempo reale vi avvisa sull’andamento delle precipitazioni e del passaggio delle nuvole.

utrecht_bici

Mappa


Traccia gps | Mappa kml

Punto di partenza di questo itinerario è Arnhem, pittoresca cittadina cinta dalla foresta, facilmente raggiungibile grazie al collegamento ferroviario con l’aeroporto di Dusseldorf su cui Ryanair vola a prezzi davvero competitivi.
In centro c’è la possibilità di noleggiare buone bici in uno dei tanti negozi che offrono biciclette adatte al cicloturismo al costo di circa 8-15 euro al giorno lasciando un deposito cauzionale in contanti.
Da tenere a mente che sui treni si accetta il trasporto bici pagando un biglietto di 6 euro valido per l’intera giornata. Sono esclusi, nei giorni lavorativi, gli orari di punta (prima delle 6.30, tra le 9.00 e le 16.30 e dopo le 18.00) mentre nei giorni festivi non ci sono limitazioni.

Arnhem – Utrecht 83 km

Chi pensa che l’Olanda sia tutta piatta si sbaglia. Infatti Arnhem si trova in cima ad un’area collinosa con un enorme parco con laghi nascosti tra le fronde degli alberi secolari. Consiglio una visita del centro storico e poi di lasciare la cittadina in direzione di Ooslerbeek, da cui si imbocca la ciclovia a lunga percorrenza LF4 che attraversa l’interno dei Paesi bassi passando per 7 regioni.

olanda_boschi

La ciclabile si snoda alla penombra di un lungo viale alberato, dove poco dopo incontrerete sulla sinistra il cimitero militare che accoglie i resti dei soldati inglesi che morirono nel ‘43 per liberare il paese dall’occupazione tedesca. Continuando in discesa passerete per Doorwerth e Renkum raggiungendo così le sponde del fiume Reno, sui cui argini pedalerete fino a Rehnen. Da qui la pista piega verso l’interno all’ombra di foreste secolari che riparano dal sole o più probabilmente dalla leggera pioggia olandese, fino ad arrivare al castello di Amerongen dove consiglio una visita e una pausa rigenerante.

castello_amerongen

Si riprende a pedalare lungo la LF4b tra fattorie e casali che un tempo venivano usati per la produzione di tabacco per le pipe, ormai chiuse o in stato di abbandono.
La tranquillità e il silenzio vi accompagneranno chilometro dopo chilometro lasciando il tempo alla vostra mente di rilassarsi e farsi conquistare dalla rigogliosa natura. I vostri pensieri verranno interrotti frequentemente dal saluto cordiale di altri ciclisti, che come voi hanno deciso di scoprire l’Olanda a colpi di pedale.

Ad Odijik si pedala sull’argine del fiume su stradine sterrate passando in mezzo a una serie di laghetti fino a raggiungere prima il piccolo villaggio di Bunik e subito dopo la città di Utrecht, che merita una visita approfondita e dove suggerisco di passare una notte per avere il tempo necessario per perdervi nella suggestiva atmosfera che si respira, i cui ingredienti principali sono i canali e le biciclette.

olanda-1

Rimarrete sorpresi dal numero di biciclette che troverete nel centro storico e che sono il mezzo di trasporto per eccellenza: anche per questo si prevede l’apertura di un nuovo deposito per bici vicino alla stazione con nuovi 12 mila posti che si andranno ad aggiungere ai 18 mila già presenti.

parcheggio_utrecht

Vi invito a percorrere le tante stradine pittoresche che si snodano tra i canali alla scoperta di una città segreta fatta di passaggi e giardini nascosti di incredibile bellezza: le corti interne delle case durante il giorno sono aperte al pubblico e sono a disposizione di tutti coloro che vogliono rilassarsi all’ombra di una pianta, leggere un libro o semplicemente ammirare i fiori che colorano il giardino.
La vita brulica attorno agli animati canali dove giovani e anziani si danno appuntamento per un caffè o una birra in compagnia e dove potrete mangiare qualcosa di tipico in uno dei tanti bar e ristoranti disposti lungo le banchine.

olanda-4

Non fatevi intimorire dai gradini, e visitate la la torre campanaria del Duomo che nel 1647 venne staccata da una tempesta e dalla cui cima potrete godere di uno splendido panorama sulla città e sulla regione circostante.

Utrecht – Kinderdijk – Rotterdam 63 km

Durante questa tappa si abbandona la LF4 per seguire la rete di piste ciclabili olandesi con gli incroci numerati che vi permette di scegliere il percorso più panoramico. Uscendo da Utrecht si seguono le indicazioni verso sud per Nieuwegein e appena prima di attraversare il fiume Lek per raggiungere Vianen si comincia a pedalare sul suo argine tenendo il fiume sulla sinistra. Si passano i borghi di Loopik, Schoonhover e arrivati a Lekkerkerk si prende il battello su cui il trasporto bici è gratuito per attraversare il fiume e riprendere a pedalare sull’argine tenendo questa volta il fiume alla propria destra.

argine_lek

Dopo pochi chilometri comincerete a scorgere i mulini a vento di Kinderdijk che rendono famosa l’Olanda e grazie ai quali gli olandesi sono riusciti a rendere il terreno coltivabile strappandolo letteralmente all’acqua.
Consiglio di visitare il sito patrimonio dell’Unesco con 19 mulini ancora funzionanti.

kinderdijk

Da Kinderdijk è possibile raggiungere in traghetto con mezz’ora di navigazione il centro di Rotterdam.
Ecco la sequenza di nodi di questa giornata da seguire e visualizzabile in questa mappa.

rotterdam2

Rotterdam – Noorwijk aan zee 67 km

Rotterdam vi lascerà stupiti, avendo subìto un feroce bombardamento da parte dell’aviazione tedesca durante la seconda guerra mondiale, è stata interamente ricostruita in chiave moderna. Molti grattacieli di acciaio e ferro sorgono sulle sponde del fiume collegate dall’incredibile Erasmus bridge. Pedalate seguendo il flusso dei ciclisti per scoprire le bellezze di questa città.
Uscendo dalla città costeggiando il fiume tenendolo sulla sinistra si imbocca la ciclovia LF12 fino a raggiungere Hoeg van Holland con il suo faro e il gigantesco porto.

lf1

Si riprende a pedalare puntando verso nord imboccando la ciclovia LF1, che percorre tutta l’Olanda da nord a sud lungo la costa, sperando nel vento favorevole che soffia da sud verso nord. Dopo pochi chilometri si entra nel parco naturale delle dune. Dolci saliscendi lungo la costa vi faranno scoprire un’Olanda che pochi conoscono fino a raggiungere Noorwijk.

olanda_dune2

Noorwijk – Haarlhem – Amsterdam 45 km

Si prosegue sulla LF1 lungo la costa per alcuni chilometri fino a piegare verso l’interno raggiungendo il bel borgo di Haarlhem da cui si imbocca la ciclovia LF20 che vi condurrà in una quindicina di chilometri in centro ad Amsterdam, capitale della regione North of Holland e dei Paesi Bassi.
Le biciclette sfrecciano ovunque tra i canali, tuttavia se dovete visitarla suggeriamo di farlo a piedi per avere il tempo necessario per soffermarsi sui dettagli dell’architettura. Consigliamo di lasciare la vostra bicicletta in uno dei tanti depositi a pagamento presenti in città essendo molto frequenti i furti di biciclette soprattutto di un certo valore.

amsterdam_parcheggio_bici





Comments are closed.