MENU

Piemonte in bici sul Monte Sion

Italia, Itinerari, Piemonte • di

Siamo in Monferrato, giro “breve” in mountain bike evitando la pianura, si parte e si arriva a Trino Vercellese, bello, scorrevole, panoramico, un giro per fare un po’ di salita.

sion-bike-3

Lasciata l’auto appena fuori Trino V.se in direzione Camino si procede su asfalto e attraversato il ponte sul fiume Po si inizia a salire dolcemente, arrivati ad una breve compressione si svolta a destra per iniziare a salire su sterrato, dopo una breve ma irta rampa sempre sulla destra si scorge un sentiero che ci condurrà fino a Zizano. Superato l’abitato si torna a mettere le ruote su terra e si inizia ad arrampicare su una salita breve ma impegnativa che ci porterà ai piedi del castello di Camino passando sotto un piccolo tunnel dove è ancora visibile l’antica “ghiaccia” del castello stesso.

Mappa

Altimetria

sion-altimetria

Traccia gps gps-santiago Mappa kml mappa-cammino

Arrivati sull’asfalto, si svolta a destra per scendere in direzione Castel San Pietro e dopo poche centinaia di metri si svolta nuovamente a destra per imboccare una gippabile e ricominciare a salire fra boschi di faggi e purtroppo parecchi rovi! Si scende e si torna su asfalto sul collegamento Brisaschetto-Isolengo e si scende verso destra, al primo incrocio si svolta a sinistra e si punta verso Rocca delle Donne dove vi consiglio di soffermarvi per il suggestivo colpo d’occhio sulla pianura, sopratutto nei mesi di Aprile e Maggio dove le risaie sono allagate offre un panorama davvero suggestivo, vedi foto sottostante.

sion-bike-2

Ritorniamo a scendere, fra le case di Rocca delle Donne in Via Monastero dove è possibile vedere il monastero (Il nome del borgo deriva dalla presenza di un antico convento per le monache), sulla “provinciale 5″… Che in realtà è una strada bianca per battuta, non lasciatevi prendere dall’entusiasmo della salita, è possibile e probabile incrociare trattori che risalgono dai campi! Si scende fino al fiume Po per poi risalire per circa 3 chilometri sulla stessa provinciale a Cantavenna, anche qui vi consiglio di soffermarvi sul suo belvedere per godere del paesaggio, e se avete tempo e fame vi consiglio anche gli ottimi ristoranti tipici monferrini, “Da Mario” conosciuto in zona come “Da Mariolone” oppure a “La Locanda del Rubino“.

sion-bike

Seguendo la traccia GPS, scenderete fra le case di Cantavenna per passare su un sentiero che taglia per un breve tratto in bosco per poi sbucare fra i vigneti per finire poi su una stradina asfaltata, con una discreta pendenza si raggiungerà una cascina e poi la strada diventa sterrata impennandosi notevolmente fino a raggiungere Chiolango.

monte-sion-bike

Su asfalto si prosegue in direzione Isolengo e prendendo come riferimento il traliccio del ripetitore radio si ritorna su una strada bianca ben curata, ora non ci resta che proseguire sempre dritto in direzione del Monte Sion sino a raggiungere l’omonima cascina, da qui inizia un bellissimo e veloce single track, uno dei pochissimi del basso Monferrato, sino a raggiungere il Bric del Lupo, si scende improvvisamente come fossero le montagne russe, molto divertente, ma anche qui attenzione ai rovi!

sion-bike-5

Alla fine del sentiero riprende una gippabile sulla vostra sinistra e si continua a scendere passando fra i vitigni fino a tornare sull’asfalto dove, girando a sinistra, si attraversa il piccolo abitato di Bosco per svoltare poi a destra intercettando lo sterrato che ci porterà, prima attraversando la strada che collega Fabiano alla SP7, a Rocchetta.

Scendendo verso la SP7 si intercetta l’ennesimo sterrato (ma quante ne so? :-D) per raggiungere a fondo valle la SP7 che basterà attraversare per risalire, su terra per il versante collinare, per intercettare la dorsale che collega Pontestura a Camino, bella strada gippabile che risale fino a Camino passando dai vigneti ma che in alcuni punti offre scorci sul fiume Po e sulla pianura.

sion-bike-4

Raggiunto Camino siete quasi a capolinea, le salite sono finite e se volete fare una merenda vi consiglio di fermarvi “Al Peso” per degustarvi un buon bicchiere di Barbera, lardo e salumi tipici della zona.
Occhio all’etilometro, risalite in sella e scendete in direzione Trino, pochi chilometri e siete arrivati!





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *