Amazon testa i bike messenger per le consegne a New York

11 Dicembre 2014

amazon-bike-messenger

Amazon sta testando un team di bike messenger per le consegne a New York City. E’ quanto ha affermato il Wall Street Journal in un articolo di lunedì scorso, sebbene dal colosso del commercio online non sia trapelata alcuna notizia in merito né tanto meno una conferma di quanto riportato dal quotidiano americano.

Secondo il Wall Street Journal le consegne di prova sarebbero avvenute nella zona circostante l’Empire State building, considerato una base operativa dei bike messenger newyorkesi. Lo scopo è naturalmente quello di incrementare la velocità di consegna dei pacchi che dovrebbero giungere a destinazione poche ore dopo l’acquisto online.

Sebbene gli acquisti nei negozi fisici rappresentino ancora il 90% di quelli totali negli States, il settore del commercio online è in aumento e solo nel 2013 ha generato introiti per oltre 260 miliardi di dollari. Con l’operazione bike messenger l’intenzione di Amazon è allargare ulteriormente il proprio business sfidando in efficienza gli shop tradizionali: un’impresa, se mai possibile, solo grazie alla bicicletta. Sempre secondo quanto riportato dal Wall Street Journal, altri test consegna sono stati effettuati anche con i taxi, ma non è ancora chiaro il risultato del’esperimento.

L’iniziativa di Amazon è stata preceduta da una analoga di Uber, il servizio di car sharing tramite app che ha lanciato il proprio servizio di bike messenger lo scorso aprile.

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.899
Acquista
Meccanica per bici da corsa e gravel
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti