MENU

Belgio: una bici tecnologica per misurare la qualità delle piste ciclabili

News • di 31 Luglio 2017

bici per misurazione

Avere strade sicure per i ciclisti è un problema con diverse soluzioni. A volte la soluzione può essere la moderazione del traffico; a volte una corsia ciclabile; a volte una vera e propria pista ciclabile separata fisicamente dalle automobili. In ogni caso però è importante che l’infrastruttura ciclabile venga progettata attentamente e venga realizzata con materiali di qualità; con il tempo poi sarà necessaria anche una regolare manutenzione. Uno dei motivi per cui alcune piste ciclabili non vengono usate dai ciclisti è proprio la loro scarsa qualità: pedalare fra buche e radici è scomodo e può essere anche pericoloso.

Già, ma come misurare in maniera scientifica e oggettiva la qualità e lo stato di manutenzione di una pista o corsia ciclabile? In Belgio si usa una bicicletta particolare, dotata di vari sensori, sviluppata dal Fietserbond, l’equivalente della FIAB italiana.

bici per misurazione

La bici è stata sviluppata da due iscritti al Fietserbond, Thierry Jiménez e Bruno Coessens. Come potete vedere dalle immagini è dotata anche di un carrellino posteriore, per ospitare tutti i sensori necessari. Bikebiz.com ha parlato con Jiménez durante il recente Vélo-City: “I dati che ottengo pedalando  sono usati per stabilire quali sono le piste ciclabili che hanno bisogno di interventi urgenti di manutenzione. Può essere difficile per un politico capire perché una pista ciclabile con buche e avvallamenti non viene usata dai ciclisti. Ma quando gli mostriamo un grafico delle asperità della ciclabile, accanto a un grafico che mostra la scorrevolezza della parte della strada riservata alle automobili, si accende una lampadina. Diventa più facile così spingere affinché le infrastrutture ciclabili vengano realizzate con materiali di alta qualità.”

Questa slide tratta dalla presentazione di Jiménez a Vélo-City mostra quali sono i parametri che vengono misurati: vibrazioni; posizione della corsia ciclabile; velocità e altre informazioni sul traffico automobilistico; livello di rischio laterale; incroci; larghezza; materiale e colore della superficie; tipo di infrastruttura; distanza dalle automobili parcheggiate e dai punti di immissione del traffico; distanza e tipo di divisione fra la corsia ciclabile e la parte della strada riservata alle automobili.

parametri misurazione qualità piste ciclabili

Originariamente questa bicicletta speciale era stata pensata per un uso esclusivo da parte del Fietserbond. Sempre più spesso però viene prestata direttamente agli enti locali interessati a monitorare la qualità delle proprie infrastrutture ciclabili.

“La comodità di una pista ciclabile è un fattore più importante di quanto normalmente non si ritenga”, afferma Jiménez.

Per altri articoli da Vélo-City 2017 cliccate qui.







Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *