MENU

Padre e figlio in bici da Brindisi a Santiago de Compostela: la loro storia in un libro

Diari, News • di 29 Nov 2018

Riceviamo dal nostro lettore Daniele Errico e volentieri pubblichiamo.

Questo libro racconta la storia vissuta da un padre ed un figlio che, per ritrovarsi, si sono messi in viaggio in bicicletta e hanno percorso 3600 chilometri, da Brindisi a Santiago de Compostela.

48 giorni vissuti alla ricerca di un rapporto perduto in cui il tempo e la voglia di libertà hanno aiutato i protagonisti a spogliarsi di tutte le maschere che indossavano, per ritrovarsi senza veli, per quelli che sono.

Partiti senza molto allenamento, hanno percorso la Via Francigena del Sud fino a Roma. La Via Francigena del Nord fino a Monginevro. Hanno tagliato la Francia in due per arrivare a Saint Juan Pie De Port, per poi percorrere il Cammino Francese fino a Santiago.

Non è la storia di due sportivi, ma di due semplici persone che si sono messe in viaggio, lasciandosi alle spalle i ritmi frenetici di una società troppo esigente. Arriva un momento nella vita in cui bisogna capire che bisogna rimescolare il mazzo di carte e giocare una nuova partita, bisogna sapere accettare i propri errori e ripartire.

La bicicletta rappresenta la metafora perfetta della vita: bisogna muoversi per rimanere in equilibrio, le salite vanno affrontate con un rapporto agile, senza fretta e soprattutto, bisogna capire qual’è il proprio ritmo e tutto diventa raggiungibile.

Esperienza di viaggio, ma soprattutto esperienza di vita, perché la vita troppo spesso la si sopravvive soltanto, ma questa cosa la si capisce solo se si ha la forza di uscire dagli schemi quotidiani e ci si mette in discussione.

Se hai paura non viaggi, non è il viaggio che ti fa sentire libero, è la consapevolezza della paura che libera il tuo spirito, non bisogna aver paura di cadere, bisogna sempre avere il coraggio di rialzarsi.

Dopo una salita c’è sempre una discesa.

Il libro è di 208 pagine e contiene una trentina di foto, è in vendita su Amazon.





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *