Mobilità

A Bologna i ciclisti urbani continuano a crescere

A Bologna i ciclisti urbani continuano a crescere
TAGS:

Aumentano i ciclisti urbani in città: nel 2023 a Bologna si registra un +8% rispetto all’anno precedente. I dati, rivelati nel monitoraggio annuale condotto dal Comune, mostrano un trend positivo che si consolida negli anni, con particolare crescita nelle direttrici in periferia e al di fuori dei Viali.

Bologna: più ciclisti urbani nelle ore di punta

Nelle quattro ore di punta del mattino e del pomeriggio sono stati registrati circa 20 mila passaggi in bici, con una media oraria che si avvicina ai 5 mila passaggi. Le 24 postazioni di rilevamento, attive da alcuni anni, sono diventate il termometro affidabile dell’andamento della mobilità ciclistica in città.

Bologna aumentano i ciclisti urbani nel 2023
Ciclisti urbani a Bologna (foto dal web)

La bici come mezzo di trasporto quotidiano

Se si considerano le 10 postazioni “storiche” monitorate dal 2012, l’aumento impressionante raggiunge quasi l’80%, passando da 1.598 passaggi nel 2012 a 2.870 nel 2023. Una crescita che riflette l’adozione sempre più diffusa della bicicletta come mezzo di trasporto quotidiano a Bologna.

In quali zone di Bologna si pedala di più?

La Tangenziale delle Biciclette mostra una stabilità sostanziale, con alcune postazioni che registrano lievi aumenti e altre lievi diminuzioni. Le postazioni in periferia e fuori dai viali evidenziano invece un notevole aumento: +31% a Casaralta, +26% a Sabotino, +23% a San Donato (Pirandello), +15% a Fioravanti, +14% a Saragozza, +13% al cavalcavia Matteotti, +12% al cavalcavia San Donato, +11% a Murri. L’unica eccezione è Lepido, che registra un -35%, con lievi cali anche a Mazzini (-5%) e Corticella (-7%).

Avanti con il completamento della rete ciclabile

L’Assessora alla Mobilità, Valentina Orioli, commentando la notizia dell’aumento dei ciclisti in città dichiara: “L’utilizzo della bicicletta come mezzo di spostamento verso luoghi di studio e lavoro continua ad aumentare in maniera costante negli anni. I cittadini bolognesi scelgono sempre di più di percorrere le strade con le due ruote e chiedono di farlo in sicurezza. Con l’attuazione della Bicipolitana, per completare la rete ciclabile di Bologna, accompagniamo questo processo di crescita”.

Il commento della Consulta della Bicicletta

Come riporta l’Agenzia Dire, la Consulta Comunale della Bicicletta di Bologna commenta molto positivamente questi dati: “Non possiamo che essere felici e orgogliosi dei risultati ottenuti dato che le nostre 30 associazioni dal 2013 sollecitano con sforzo e costanza l’amministrazione e dialogano con gli uffici tecnici sulla qualità e sull’efficacia dei progetti messi in campo, offrendo l’importante punto di vista degli utilizzatori”.

Come è stato fatto il monitoraggio

Il monitoraggio annuale è stato condotto a settembre 2023 dalla società TPS – Transport Planning Service di Perugia per conto del Comune di Bologna, utilizzando strumentazione automatica. Il Comune di Bologna ha anche 4 postazioni di monitoraggio continuativo per garantire un quadro dettagliato dell’andamento della mobilità ciclistica.

L’Amministrazione comunale si impegna regolarmente in campagne di rilevamento per monitorare l’evoluzione dell’uso della bicicletta nel corso del tempo. Negli ultimi anni, il numero di postazioni di rilevamento è aumentato, permettendo di indagare una geografia più ampia della città.

Per consultare il documento completo con tutti i dettagli, si può accedere a questo link.

La rete di punti di rilievo permanente e fissa, inclusa nel report, è consultabile qui.

ebook

Ebook Mobilità Ciclistica
Scopri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *