MENU

Anello Lago d’Iseo – Colle del Gallo da Lovere

Italia, Itinerari, Lombardia • di

Dopo aver presentato la pista ciclabile della Val Camonica e il lago d’Iseo, restiamo in provincia di Bergamo per un altro percorso ad anello che parte dalle stesse zone per spingersi ad esplorare la Val Seriana e la Val Cavallina, unite dal passo del Colle del Gallo.

Il percorso è lungo 94km e presenta tre salite: due facili (meno di due km al 6% di pendenza media) e una – il Colle del Gallo appunto – un po’ più complicata (8km al 5,5% di pendenza media). I più allenati potranno farcela anche in un giorno solo, ma consigliamo anche a loro di spezzare l’itinerario in due giorni per assaporare con più calma i panorami offerti dall’itinerario.

Per arrivare a Lovere, punto di partenza di questo itinerario, è possibile sfruttare la stazione ferroviaria di Pisogne e pedalare per circa 4-5 chilometri fino a Lovere.

Mappa

Profilo altimetrico

Profilo altimetrico da Lovere

Traccia GPS gps Mappa kml mappa

Descrizione del percorso

Lovere è uno dei punti di partenza migliori per l’esplorazione della Val Camonica, del Lago d’Iseo e dei dintorni. Non lo diciamo solo noi, ma anche la storia e la geografia, visto che Lovere si trova alla confluenza di tre valli che finiscono nel lago d’Iseo. Il primo nucleo abitativo pare risalga all’epoca dei Celti, in una zona sopraelevata chiamata oggi Castelliere. Il periodo di maggiore splendore della città risale tuttavia all’epoca romana, come testimoniato dal tesoretto di Lovere (costituito da monete e gioielli) conservato presso il museo archeologico di Milano.

Dove Dormire: Hotel Lovere

 

Hotel Lovere

Guarda la scheda di questa struttura

 

Da Lovere il percorso parte verso sud lungo il Lago d’Iseo; i comuni del Lago hanno recentemente raggiunto un accordo che prevede la costruzione di una pista ciclabile lungo tutto il lago, quindi pedalare da queste parti sarà prossimamente ancora più piacevole. A Riva di Sotto (5,5 km) si vede sulla destra la strada da cui si tornerà alla fine dell’anello. In lontananza invece, in mezzo al lago, è già possibile ammirare il Monte Isola,  la più grande e la più alta isola lacustre d’Europa, che offre diversi scorci interessanti lungo questa prima parte del percorso.

Mone Isola

Monte Isola nel lago d’Iseo

Il lago compie un’ampia curva verso ovest (16km) che porta a Sarnico (23km), da cui abbandoniamo le acque dell’Iseo come fa anche il fiume Oglio. Tenendoci sempre vicini alle montagne che, alla nostra destra, dividono il Lago dalla valle Cavallina, si prosegue prima verso sud e poi verso ovest per circa 16km, sempre in pianura. Una breve puntata verso la valle Cavallina, fino alle prime case dell’abitato di Trescore Balneario (43km) permette anche una via di fuga nel caso vi siate accorti di essere in una giornata no: basterà infatti continuare a pedalare verso nord per risparmiare una ventina di chilometri e soprattutto le due salite principali del percorso.

Se invece vi sentite in forma seguite la traccia gps e girate a sinistra (ovest) per la prima salita del percorso, una facile per scaldare bene le gambe: sono 2,4km al 5,5% di pendenza media. Una breve discesa porta verso la val Seriana, dove è possibile pedalare lungo la ciclovia che corre parallela al fiume Serio; la valle parte da Bergamo e si inoltra fino al cuore delle Alpi Orobie. In questo caso la seguiamo per poco più di 5 km fino all’abitato di Albino (56 km), da cui si devia in salita verso destra per affrontare la salita al Colle del Gallo (8km al 5,5% di pendenza media).

Colle Gallo, monumento ai ciclisti

Il monumento ai ciclisti in cima al Colle Gallo

Salire in bici il Colle del Gallo è una soddisfazione particolare, in quanto proprio in cima al passo (66km) è posto un monumento al ciclista e il santuario della Madonna del Colle Gallo, costruito nel 1695 per ricordare un’apparizione del 1690, e oggi dedicata ai ciclisti. Ogni anno, fra fine luglio e inizio agosto, vengono organizzate diverse iniziative per celebrare il ciclismo e i ciclisti. Queste strade sono frequentate spesso dal Giro d’Italia e da altre gare professionistiche, e potrete incontrare molti amatori in sella a costose bici da corsa in carbonio.

Discesa da Colle Gallo

Ecco come appare la discesa dal Colle Gallo, con i suoi numerosi tornanti

In discesa diminuisce la fatica ma non deve diminuire l’attenzione: questo versante è più ripido di quello da cui si proviene, e i tornanti si susseguono fitti; meglio controllare i freni e seguire l’invito implicito nel nome del primo  paese che si incontra, Piano (68km). In poco tempo si torna nella Val Cavallina, e in particolare nella sua parte più bella, quella caratterizzata dal lago di Endine, le cui sponde si seguono per circa 6 km. L’ambiente naturale della zona è protetto dall’omonimo Parco.

Valle Cavallina e Lago di Endine

La Valle Cavallina e il lago di Endine

Anche in questo caso, c’è un’alternativa più semplice al percorso proposto: basta infatti continuare lungo la Valle Cavallina, in direzione Nord-Est, per tornare a Lovere senza affrontare salite particolari. Se avete ancora voglia di pedalare però è più bello affrontare la breve salita che porta a Sotto Collina (1,5km al 6% di pendenza media) da cui ammirare ancora una volta, e dall’alto, il lago d’Iseo, per poi divertirsi in discesa. Si arriva al bivio individuato precedentemente (87 km) e si torna in breve tempo a Lovere.





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *