Cargo bike: presente e futuro per il trasporto in città

Lo spostamento delle merci e delle persone in bicicletta in città rappresenta un settore in piena espansione, praticamente in tutto il mondo: grazie alle cargo bike, biciclette da carico pensate per essere versatili e per trasporti eccezionali. Per fare il punto della situazione, martedì 31 marzo 2020 nell’ambito della Digital Worldbike, la conferenza digitale sul mondo della bici, si è ragionato sullo stato dell’arte globale sulle attività connesse alla bici per condividere idee, prodotti, tecnologia e concetti.

Nata prima dell’emergenza coronavirus con l’intento di tagliare a zero le emissioni di anidride carbonica e di consentire a più persone di partecipare senza costi,  si è rivelata essenziale in questo momento per fare il punto sulle prospettive della bicicletta. Molti gli spunti e le suggestioni evocati dai relatori per trasformare la Terra in un pianeta ciclabile. 

Loadster citkar cargo bike
Il futuro delle cargo bike (Loadster by citkar)

Qui vi racconto il futuro del business su due (o tre) ruote prospettato da Sven Kindervater, Marketing Manager di citkar, piattaforma tedesca per la mobilità nelle aree urbane e per lo sviluppo di prodotti hardware.

Per una vera trasformazione, non dobbiamo pensare alla bici solo come un mezzo per spostarsi da un punto a un altro, per andare al lavoro o da utilizzare durante il tempo libero. Consideriamo infatti la situazione delle nostre città, congestionate di veicoli che inquinano, usurpano spazio e che, proprio a causa della congestione, rubano tempo. In molti paesi le politiche green si orientano a sostituire i veicoli tradizionali con quelli “ecologici” ma possiamo affermare senza timore di smentita che questa soluzione non risolve nessuno dei problemi elencati, soprattutto la mancanza di spazio e il traffico. 

Le bici rappresentano anche per il business una scelta più pratica ed efficiente perché consentono di riprendersi spazio e tempo. Secondo Sven Kindervater “Se le biciclette sono la soluzione per il trasporto del XXI secolo, il grande cambiamento arriverà quando le aziende occuperanno le piste ciclabili con cargo bike affidabili che siano realmente dei veicoli commerciali“.

La domanda che ci si pone è quindi  se le cargo bike possono davvero rappresentare una svolta in ambito lavorativo, soprattutto nel mondo delle consegne e della logistica e rendere quindi più vivibile e sicura le città. Beh, la risposta è “Non esattamente”. 

O meglio, le cargo dell’attuale generazione non sono pronte per attuare il cambiamento per diversi motivi che ne impediscono anche la diffusione. Tra questi, la delicatezza di alcune componenti (come i raggi e il telaio) che richiedono costante manutenzione, e la forma del cassone, che non è ideale per il trasporto ottimale delle merci. Queste bici d’altronde non sono state progettate per un uso quotidiano, “aggressivo”, da business. La sella ne è la conferma: non è confortevole per chi deve fare consegne tutto il giorno e magari non è nemmeno un ciclista nella vita privata. 

Dunque? Dunque è il momento di una nuova generazione di bici da trasporto che soddisfino davvero le esigenze di clienti e aziende. Siamo ancora agli inizi di questa rivoluzione, che vede tra i pionieri la Germania, ma ci sono già diversi modelli pronti a cambiare il volto delle consegne urbane (ma non solo). 

Ne vediamo alcuni elaborati da aziende e start-up in collaborazione con il Motion Lab di Berlino, uno spazio di coworking che mette a disposizione delle aziende che ci lavorano il più grande parco macchine di Berlino per la prototipazione, stampanti 3D, fresatura CNC e laser, per garantire alle idee hardware  un ambiente efficiente dove sviluppare più rapidamente il prodotto e ridurre i costi.

I modelli

ONO

Il sistema ONO PAT combina la flessibilità e i vantaggi di una bicicletta con la durata, l’affidabilità e la capacità di carico di un furgone. È una soluzione per lo spostamento di merci in città.

ONO MOVES_Teaser_Short EU from ONO on Vimeo.

Armadillo by Velove 

L’azienda è svedese e in Svezia ha sviluppato il suo Armadillo, ma la sua sede tedesca si trova negli spazi del Motion Lab per contribuire a politiche comuni sulla ciclabilità. Questa cargo bike elettrica, progettata per le consegne a domicilio (le cosiddette last-mile delivery), può usare (laddove ci sono) le infrastrutture create per le bici perché è larga solo 86 cm.

Armadillo by Velove adottato da DHL cargo bike
Armadillo by Velove adottato da DHL

Loadster by CITKAR

Una e-bike creata con l’obiettivo di sostituire i furgoni cittadini, grazie al box di carico (64 cm x 98 cm) a cui è possibile aggiungere singoli sistemi “Loadster Box” (da 663 litri). Una batteria permette di percorrere 50 km e nel complesso si possono fare migliaia di chilometri senza manutenzione.

Loadster cargo bike citkar
Sven Kindervater su Loadster, la cargo bike di citkar

MOVR di Rytle

Anche questa cargo bike occupa poco spazio, rimanendo perfettamente manovrabile all’interno dei centri cittadini. Il rimorchio si carica e scarica come quelli dei camion, ma in piccolo. L’azienda ha creato anche il City HUB, un deposito mobile con requisiti di spazio ridotti e che può essere integrato economicamente ed ecologicamente nel paesaggio urbano, sia economicamente che ecologicamente. L’HUB si abbassa per mezzo di supporti idraulici e consente un più facile accesso alle spedizioni. Gli HUB possono essere configurati secondo necessità

Bio Hybrid di Schaeffler 

Accanto al veicolo cargo, Bio Hybrid viene proposta anche in una versione passeggeri ideale come taxi, infatti ha un secondo posto (non pedalante), uno spazio per i bagagli e si muove agilmente nelle strade cittadine e sulle piste ciclabili. 

Bio Hybrid versione passeggeri cargo bike
Bio Hybrid versione con secondo passeggero

Queste bici da carico di nuova generazione sono più sicure perché si appropriano di alcuni elementi e concetti dell’automobile (lampeggianti, specchietti, freni che non ti fanno ribaltare se azionati all’improvviso) che le rendono più facili da adottare anche da chi non è abituato alle due ruote. Con queste innovazioni e accorgimenti, le cargo bike possono conquistare spazio nel traffico e diventare protagoniste della mobilità commerciale. 

La strada da percorrere è quella di realizzare modelli di cargo bike che rispondano alle vere esigenze delle persone e delle aziende, che siano sicuri e alla portata di tutti. 

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.799
Acquista
Meccanica Base 1
199
Acquista
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti