MENU

Colorado lungo il Great Divide Mountain Bike Trail

Itinerari, Nord America • di

Dopo aver attraversato la zona arida e desertica di Rawlins, Wyoming, il Great Divide entra nuovamente nelle montagne poco più a nord della cittadina di Steamboat Springs.

Mappa

Steamboat Springs è una località molto turistica sia per sport estivi che invernali, si sviluppa interamente lungo le rive del fiume Yampa la cui particolarità è la presenza di fonti di acqua calda. Da esse infatti deriva il nome della cittadina: all’inizio del XIX secolo un gruppo di cacciatori francesi, che si muovevano nella zona, credette di sentire il rumore di una nave a vapore (Steamboat), in realtà il borbottio veniva dal ribollire dell’acqua calda caratteristico delle fonti termali disseminate lungo il corso d’acqua.

Da Steamboat la strada prosegue in pianura lungo la valle del fiume Yampa, per risalire nuovamente verso le montagne ed il lago Stagecoach. La sterrata qui è davvero piacevole ed una volta sulle rive del lago segue lungo costa un sentiero interamente dedicato a pedoni e ciclisti. Lasciato il lago comincia la salita verso Lynx Pass, 2800 metri, sulla cui sommità si trova un campeggio gestito dalla Forestale, nel quale è possibile dormire pagando solo 10 dollari (8 euro). Siamo completamente immersi in una foresta di pini, ma bastano 70 chilometri più a sud per ritrovarsi in un mondo completamente diverso.

Scesi dal passo si percorre un tratto di strada statale affatto trafficata per poi nuovamente ritrovarsi su strada sterrata. Un infinito saliscendi porta alla sommità spoglia di un dirupo, da qui comincia una discesa mozzafiato nelle gole del mitico fiume Colorado. E’ quasi il principio di questo mitico fiume che, migliaia di chilometri più a sud, forma uno dei paesaggi più famosi al mondo, il Grand Canyon. Ma anche qui, nel Gore Canyon, l’azione lenta ed inesorabile dell’acqua ha modellato un paesaggio straordinario.

La discesa al fiume è ripidissima e caratterizzata da una stratificazione rocciosa impressionante. Rocce granitiche rosse, verdi, arancio, violette, blu raccontano millenni di storia geologica. Proprio alla base delle gole si trovano due campeggi gratuiti gestiti dal Bureau of Land Managment (BLM), un’agenzia del Dipartimento degli Interni degli Stati Uniti che si occupa della gestione di terreni pubblici. I terreni che appartengono al BLM sono fruibili da tutti i cittadini statunitensi liberamente, tradotto sono dei posti fantastici e gratuiti in cui potersi accampare. In alcuni tratti del fiume è possibile immergersi in terme di acqua calda, come nella località di Radium proprio dove la strada attraversa il fiume Colorado.

Lasciati i due campeggi la strada sale nuovamente ripidissima per la sponda opposta del fiume, prosegue sterrata fino al tratto più ripido dove un chilometro circa di asfalto agevola la pedalata. Poco prima della fine della salita un belvedere, denominato “Inspiration Point” (Punto d’ispirazione), permette di godere al massimo della vista delle gole che a tratti arrivano ad una profondità di 600 metri. Oltre che dalle meraviglie della natura si è catturati dall’opera incredibile dell’uomo, una linea ferroviaria monobinario che corre lungo il fiume fin dentro la parte più stretta della gola. Creazione di un investitore visionario del secolo scorso serve principalmente treni per il trasporto di materiale minerario come il carbone.

Risalite le gole si attraversa nuovamente un’area arida e desertica. Niente alberi in lontananza solo rocce e colline spoglie. Bastano 52 chilometri per trovarsi all’improvviso tra pioppi ed abeti. Sono i primi giorni di Settembre, la latitudine e la quota hanno dato il via ad una tavolozza di colori dalla quale è difficile distogliere lo sguardo. Oro, arancio, verde, gli alberi esplodono di colori mozzafiato. Il foliage autunnale del Colorado vale di per sé una visita.

Lo Ute Pass con i suoi 2800 metri è per noi ufficialmente il Benvenuto tra le Montagne Rocciose del Colorado e la fine del Great Divide Mountainbike Trail. Da qui in poi seguiremo la nostra strada che ci porterà verso i passi più alti di questo stato e dell’intero Nord America, su sterrati impegnativi poco battuti da cicloviaggiatori ma che per noi rappresentano un sogno.

Non abbiamo percorso l’intero tracciato del Great Divide ma se dovessimo eligere il tratto più spettacolare senza dubbio diremmo quello in Colorado, per la varietà del paesaggio, i passi tortuosi, le Montagne Rocciose e la facilità di campeggiare liberamente in posti da cartolina.

Se volete saperne di più sul nostro viaggio, potete seguirci su Facebook, Instagram e sul sito becycling.net.

Per supportare il nostro progetto è possibile inviarci una donazione su Paypal.
Il 50% verrà devoluto a World Bicycle Relief.





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *