Le bici elettriche alimentate con il fotovoltaico

14 Dicembre 2011

bici-fotovoltaicoL’ultima trovata in tema di mobilità sostenibile/risparmio energetico è il bike sharing dotato di ciclostazioni che alimentano le batterie delle bici grazie al fotovoltaico. Da qualche giorno l’iniziativa è sbarcata a Benevento ma già lo scorso maggio è stata Padova, in collaborazione con la Fondazione Fenice onlus a lanciare il primo “progetto pilota”.

Le biciclette in questione sono del tipo “a pedalata assistita” e fin qui nulla di nuovo, ma stavolta le ciclostazioni in cui le bici vengono parcheggiate non sono allacciate alla normale rete elettrica ma ricavano energia dalle pensiline fotovoltaiche. In pratica l’elettricità viene generata dai pannelli solari situati sul tetto ed immagazzinata in un accumulatore in grado di sostenere la richiesta di carica delle bici per tutto il giorno. L’autonomia è di circa 60 chilometri, sufficiente per compiere un normale spostamento urbano.

I mezzi messi a disposizione finora sono 30 e la verifica della disponibilità della bicicletta potrà avvenire direttamente dal web con l’ottenimento di una “chiave elettronica” che permetterà di “prelevare” fisicamente la bicicletta dalla ciclostazione.

solar_bikeOltre alle ciclostazioni per il bike sharing esistono alcune biciclette elettriche alimentate esse stesse con l’energia solare, grazie all’impiego di appositi pannelli.
Un primo modello è Solarbike, la due ruote dotata di pannello fotovoltaico, regolatore e una batteria al piombo.
Per accumulare la carica necessaria la bici deve essere esposta alla luce o collegata alla rete per 5 ore.

La nota positiva è che la Solarbike vende anche singolarmente un kit per la conversione di una bici normale in una ad energia solare al costo di 650 euro circa, anche se il prezzo è relativamente alto se si pensa che tutta la bicicletta ne costa 800.

bici-fotovoltaicaChi ha fatto ancora meglio di Solarbike e altre case che hanno lanciato negli ultimi due anni biciclette a energia solare è stato il designer olandese Ties Carlier che ha disegnato una bicicletta in cui i pannelli che ricaricano i led sono direttamente incorporati nel telaio, soluzione migliore per il peso, l’estetica e la funzionalità.

Solo 13 kg, come una normale city bike, contro ad esempio i 42 kg della giapponese Solar Bike Fujin, bici elettrica prodotta da Hama Zero, in cui i pannelli solari sono montati esternamente in un bauletto apposito. Il telaio disegnato da Carlier è inoltre realizzato in alluminio riciclabile. Il prezzo, ancora più invitante, si aggira sui 500 dollari per il mercato europeo.

E c’è stato anche chi, come il francese Florian Bailly ha utilizzato una bici a energia solare per uno spettacolare cicloviaggio dalla Francia al Giappone, impresa da cui ha preso ispirazione per realizzare anche un film. Il ciclista transalpino ha pedalato per 100 giorni e 13 mila chilometri con una bici a motore elettrico alimentato da 3 batterie al litio ricaricabili dalla normale corrente o quando possibile grazie a due pannelli solari di 100 watt.

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.799
Acquista
Meccanica Base 1
199
Acquista
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti