L’auto non si vende più, ma il parco auto cresce (e a Roma è record negativo)

L’auto non si vende più, ma il parco auto cresce (e a Roma è record negativo)

16 Ottobre 2012

automobiliIl mercato dell’auto è in caduta libera, ma il numero di veicoli circolanti nei centri urbani del nostro Paese è in crescita. Sembra un paradosso, ma le cifre parlano chiaro: la densità di motorizzazione privata nei capoluoghi italiani si attesta oggi a 63,8 auto ogni 100 abitanti, uno 0,1% in più rispetto all’anno precedente (elaborazione bicisnob su dati Istat e Aci).

In pratica sono crollate le immatricolazioni, è rallentato il ritmo di ricambio del parco veicolare (la sostituzione di una macchina vecchia con una nuova), ma il possesso di quattroruote è rimasto immutato, anzi è in leggerissima crescita. Sembra quasi che siamo in una fase in cui molti utenti della strada sono alla finestra: aspettano di vedere che succede nella loro città prima di passare a un altro tipo di mobilità e rottamare definitivamente almeno una delle auto di proprietà del nucleo familiare.

Le città dove il rapporto tra auto e abitanti è più alto sono quelle di piccole dimensioni (68 veicoli/100 abitanti) mentre nelle grandi aree urbane la media scende a 57 auto/100 abitanti. Fa eccezione Roma, unica città metropolitana a raggiungere il valore record di 70 auto/100 abitanti.

Il dato più sorprendente in ogni caso è quello del rapporto tra numero di patentati e numero di veicoli con la targa che possono essere guidati solo con la licenza di guida. Allora: 38 milioni di italiani hanno la patente, ma i veicoli complessivi sono 58 milioni! Assurdo no?

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti