Cochabamba (Bolivia), bici obbligatoria una volta a settimana

7 Ottobre 2013

Evo Morales in bici per la Giornata per la Madre Terra

Nella città boliviana di Cochabamba è stata approvata una nuova legge che obbliga i cittadini ad usare la bicicletta per gli spostamenti urbani almeno una volta alla settimana. La nuova misura – secondo quanto riportato dalla Agencia de Noticias Fides (ANF) – è stata introdotta dal consiglio comunale per ridurre l’inquinamento e sarà agevolata dall’amministrazione attraverso la realizzazione di una nuova rete ciclabile e l’ammodernamento di quella esistente, l’installazione di rastrelliere e parcheggi per biciclette presso tutti gli uffici pubblici e luoghi di lavoro, ed un’adeguata campagna di informazione sulla sicurezza stradale.

Il disegno di legge è stato proposto nelle scorse settimane dalla consigliera Beatrice Zegarra e già discusso ed approvato dal comitato per lo Sviluppo urbano, Pianificazione e Ambiente del Comune di Cochabamba. Ancora da definire è invece la data dell’entrata in vigore della legge, che la stessa Zagarra vorrebbe fissare per l’inizio del 2014. Non solo lotta all’inquinamento, per la consigliera boliviana rendere obbligatorio l’uso della bici almeno un giorno a settimana è anche un buon modo per migliorare la salute della popolazione e renderla più consapevole dei benefici dell’andare in bici e di una vita attiva.

Lo scorso settembre anche il presidente boliviano Evo Morales ha percorso 20 chilometri in bicicletta in occasione delle celebrazioni per la Giornata del pedone e del ciclista in difesa della Madre Terra, istituita ufficialmente nel 2011 ma già diffusa nella regione di Cochabamba da oltre 10 anni. In questa occasione è stata interdetta in tutta la Bolivia la circolazione di veicoli a motore per otto ore.

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.799
Acquista
Meccanica Base 1
199
Acquista
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti