Lione: effetti e luci nel tunnel ciclopedonale

22 Gennaio 2014

Tunnel-mode-doux

Siamo a Lione, in Francia, dentro il tunnel della “Croix Rousse”, recentemente chiuso al traffico motorizzato e destinato al passaggio di sole biciclette e pedoni.
Ecco come l’amministrazione è riuscita a trasformare in un’esperienza unica l’attraversamento della galleria: con un gioco di luci, colori e immagini, da urlo.

tube

Tunnel-mode-doux

Vedi tutte le foto su citycrunch.fr

Commenti

3 Commenti su "Lione: effetti e luci nel tunnel ciclopedonale"

  1. Alessandro Micozzi ha detto:

    Ciao Andrea e grazie della precisazione, sì avevo letto la notizia che tra l’altro è linkata in calce all’articolo. Non sapevo invece dei costi, in effetti…

  2. In realtà non si tratta di un tunnel chiuso e pedonalizzato ma di una seconda “canna” realizzata affianco ad un tunnel stradale esistente per rispondere alle nuove normative di sicurezza imposte in Europa dopo l’incidente nel tunnel del Monte Bianco. Il merito dell’amministrazione lionese è stato quello di trasformare questo obbligo legislativo in un opportunità per promuovere la mobilità nuova. Certo, va detto che l’intera opera (messa in sicurezza dell’ex tunnel + nuovo tunnel) è costato qualcosa come 283 milioni di euro alle casse della comunità urbana…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti