MENU
fancy women bike ride 2019

In bici contro gli sprechi da Parigi a Varsavia

News • di 3 Luglio 2014

Baptiste-Dubanchet

L’Europa non è in crisi, o almeno non come lo si vuole far credere. Baptiste Dubanchet ne è così convinto che ha deciso di trascorrere due mesi mangiando solo cibo trovato tra i rifiuti e avanzi dei supermercati. Il tutto, muovendosi in bicicletta.

A darne notizia è il magazine Rt Sepa Más, che ha riportato un’intervista che il venticinquenne francese ha rilasciato al portale The Local. “Non è un segreto che i supermercati sprechino quotidianamente grosse quantità di cibo, ma a volte questo livello di spreco va oltre ogni immaginazione e le discariche sono piene di cibo ancora commestibile: dalle patate alla frutta, dalla carne allo yogurt”.

Nonostante si trattasse di cibo altrimenti da buttare, Dubanchet ha riportato le resistenze di molti supermercati nel consegnarglielo: a detta del giovane ciclista infatti alcuni negozi si rifiutavano sostenendo che ciò che era nel cestino non era idoneo ad essere mangiato, altri direttamente coprendo il cibo buttato nella spazzatura con un filo spinato.

Il viaggio di Baptiste Dubanchet è iniziato il 15 aprile. Dopo esser partito dalla Francia ha pedalato attraverso cinque paesi: Lussemburgo, Belgio, Paesi Bassi, Germania e Repubblica Ceca. L’arrivo è previsto a Varsavia, capitale della Polonia, a metà luglio, dopo due mesi di viaggio.

Il singolare viaggio in bicicletta di Dubanchet avviene proprio nell’Anno europeo contro gli sprechi alimentari. Secondo le statistiche dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO), ogni anno un terzo del cibo prodotto nel mondo – circa 1.300 milioni di tonnellate – scade e va a finire nelle discariche, e solo un quarto di questa quantità potrebbe sfamare 870 milioni di persone che soffrono la fame nel mondo.







Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *