MENU

Bici Notte a Milano, il servizio sperimentale per combattere i furti

News • di 23 Giu 2015

Venerdì e sabato 12 e 13 giugno è stata avviata la sperimentazione di Bici Notte, un nuovo servizio di bicistazioni mobili temporanee, rivolto a chi usa la bicicletta, per gli spostamenti serali e notturni, per raggiungere due luoghi simbolici della “movida” milanese: le Colonne di San Lorenzo e Piazza XXIV Maggio, nel quartiere Ticinese.
L’idea di sperimentare questo servizio nasce dalla constatazione che uno dei principali freni all’uso della bicicletta è il timore dei furti, soprattutto di sera e di notte, accompagnato da una sensazione di isolamento del ciclista. Sondaggi informali condotti nel merito dall’Associazione Eco dalle Città – promotrice dell’iniziativa – tra i giovani milanesi, evidenziano infatti che ancora la metà di essi non possiede una bicicletta, molti non possono accedere al servizio Bike Mi, e la gran parte di quelli che hanno una bici non la usa di notte perché teme furti o danni.
bicinotte2

Bici Notte individua innanzitutto le localizzazioni dove promuovere le bici-stazioni, in stretta relazione con i luoghi a più elevata frequentazione e l’ubicazione delle dotazioni esistenti in termini di elementi di arredo urbano per la sosta delle biciclette (rastrelliere o simili).
Per come sono state concepite – soprattutto in questa fase iniziale, in cui siamo alla ricerca di possibili sponsor e sostenitori economici – le bicistazioni mobili temporanee prendono poi forma in modo molto semplice e naturale, traducendosi concretamente nella custodia delle biciclette, oltre che in un’azione diretta di promozione dell’iniziativa e dell’uso della bici.
In altre parole, presso ciascuna postazione, due persone, riconoscibili per la loro visibile pettorina fluorescente con il logo di Bici Notte, accolgono i ciclisti e le cicliste al loro arrivo, presentano loro in modo sintetico l’iniziativa e sondano il loro parere al riguardo.
milano-bici-notte

Il progetto ruota quindi attorno alla sperimentazione di aree di sosta custodite temporanee, create con costi di infrastrutturazione minimi, se non addirittura nulli. Oltre a questo, però, punta sull’organizzazione, la compresenza, la condivisione di nuove pratiche per promuovere, incoraggiare e incentivare l’uso della bicicletta.
In tal senso Bici Notte è anche interessata a interagire in modo sinergico con tutti gli attori sociali, oltre che economici, interessati a promuovere l’iniziativa e contribuire al suo sviluppo, anche attraverso la possibile organizzazione congiunta di “eventi dedicati” (primo tra tutti, per esempio, quello che potremmo chiamare: “Bici Notte, anche cicloofficina notturna”…).
milano-bici-notte-2

Il servizio offerto, così come l’iniziativa, sono stati percepiti in modo decisamente positivo da parte della maggioranza degli utenti, per gran parte giovani, in una fascia di età tra i 18 e i 25 anni (alcune frasi ricorrenti sono state: “Bravi! Ottima iniziativa”; oppure: “Complimenti, serve proprio un servizio come il vostro!”) e solo in pochi, pochissimi casi, chi è arrivato presso le due postazioni si è dimostrato indifferente alla nostra presenza, o addirittura scocciato.
Alla luce dell’evidente successo della postazione di Piazza XXIV Maggio e con l’obiettivo di rendere più visibile il progetto, per il prossimo fine settimana (19-20 giugno), si è deciso di concentrare l’attenzione e l’azione solo su questa postazione, posticipando il proseguimento della sperimentazione presso la postazione alle Colonne di San Lorenzo.

Passando infine alla “sfera emozionale-motivazionale”, non possiamo di certo negare che i sorrisi raggianti e l’incoraggiamento regalatici dagli utenti, non fanno che contribuire positivamente al riconoscimento di un primo, seppur modesto, successo dell’iniziativa; e insieme, farci sperare in modo ancora più deciso nel riconoscimento da parte degli utenti e della città dell’utilità e delle potenzialità di questo progetto.
Ideato e promosso dall’Associazione Eco dalle Città con la collaborazione dell’architetto Matteo Dondé, e coordinato dall’architetto Carlo Molteni, per proseguire, diventare una realtà strutturata e innescare un “effetto moltiplicare” in altre aree simboliche della città, il progetto Bici Notte cerca adesione e sostegno da parte delle comunità e delle attività economiche locali delle zone interessate, di eventuali sponsor, di possibili sostenitori nel mondo del web.

Carlo Molteni e Matteo Dondé Architetti





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *