Londra, Sainsbury sfida Amazon: spesa in bicicletta in un’ora

5 Ottobre 2016

I clienti degli acquisti online si conquistano curando nel dettaglio tempi e modalità di consegna reali: la vera sfida tra gli operatori del settore riguarda sempre più la logistica e l’evasione degli ordini, per garantire consegne nel più breve tempo possibile. A Londra il supermercato Sainsbury sfida Amazon con un servizio di consegne in bicicletta che assicura il recapito in un’ora.

Sainsbury ha sviluppato un’app chiamata Chop Chop, come riporta The Guardian, attraverso cui i clienti possono ordinare fino a 20 elementi da consegnare da un negozio locale nel giro di un’ora. Si tratta di un servizio che il supermercato ha testato fin dal mese di giugno a Wandsworth, a Sud di Londra, con generi alimentari consegnati in stile Deliveroo utilizzando le biciclette. Ora è in fase di estensione in tutto il Sud-ovest e nelle zone centrali di Londra, tra cui Chelsea, Westminster, Fulham, Battersea, Southwark, Wandsworth e Wimbledon.

sainsbury_chop_chop_londra

Sainsbury ha detto di aver reclutato una squadra di 40 ciclisti e raccoglitori di generi alimentari, tutti i dipendenti diretti, per sostenere il suo servizio di consegna di un’ora. Gli ordini saranno raccolti dal personale di Sainsbury in entrambi i negozi di Wandsworth o Pimlico e clienti pagano tramite l’applicazione, che possono anche usare per monitorare la loro consegna. Se un prodotto non è in magazzino, il negozio chiamerà il cliente per chiedere se vuole un articolo sostitutivo.

Jon Rudoe, direttore del digitale e della tecnologia di Sainsbury, ha dichiarato: “La velocità di consegna è importante per alcuni clienti, quindi abbiamo rispolverato il nostro servizio di biciclette per testare ulteriormente la domanda. Se il servizio si dimostrerà popolare, lo potremmo introdurre ad altre zone di Londra”. E la forza della ciclologistica in contesti urbani rappresenta un indubbio vantaggio su cui puntare.

Sainsbury è stato il primo ad offrire un servizio di consegna in bicicletta più di 130 anni fa, ma l’ultimo sforzo è parte della sua offerta per contrastare la propagazione di un fenomeno molto moderno. Amazon ha iniziato ad offrire alimenti surgelati e refrigerati – tramite il suo servizio Prime Now – con consegna di un’ora a Birmingham quasi un anno fa, e ora offre frutta e verdura con la consegna in un’ora in un certo numero di città tra cui Londra, Glasgow, Manchester e Liverpool.

L’arrivo di Amazon ha dunque spinto i grandi supermercati britannici a sperimentare nuovi servizi di consegna per non perdere clientela: una sfida che Sainsbury a Londra sta giocando a colpi di pedale e che presto potrebbe essere seguita anche da altri.

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.799
Acquista
Meccanica Base 1
199
Acquista
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti