MENU
viaggi girolibero

Corsi per imparare ad andare in bici: è #biciliberatutti di Salvaiciclisti a Bologna

News • di 16 Febbraio 2018

A Bologna, nella associazione Salvaiciclisti, abbiamo deciso di prenderci cura di chi non sa andare in bici, creando un progetto ed un percorso formativo che abbiamo chiamato “biciliberatutti”.

Biciliberatutti Bologna

In una città piccola come Bologna, del resto, dove la maggior parte delle destinazioni è nel raggio di 5 km e si raggiunge in bici in dieci minuti, pensare di lasciare l’auto a casa con il suo fardello di seccature, tempi, costi, inquinamento è davvero una liberazione.

Il contesto non aiuta di certo chi non sa andare in bici, con il detto “come andare in bicicletta” e con la faciloneria con cui viene sdoganata la capacità di andare in bici, data per assodata come respirare. E questo è vero non solo per i bambini ma anche per adulti.
E’ così che chi in bici non ci sa andare, quando vuole mettersi in sella e provare a partire non solo ha la sua inabilità come sgradevole compagnia, ma il peso di tutti i giudizi altrui ed i traumi dovuti a tentativi non andati a buon fine, magari con insegnanti pessimi che utilizzano metodi come lanciare il malcapitato insieme alla bici con risultati che si possono immaginare, per poi sentenziare “non ha equilibrio”.

Di persone che non sanno andare in bici ce ne sono tante, ce ne siamo accorti da quando abbiamo aperto la Dynamo la Velostazione: essendo un punto di riferimento per i ciclisti urbani sin da subito abbiamo ricevuto molte richieste (da 6 a 66 anni!), ma la convocazione del corso per andare in bici non è mai stata fatta perché dopo questa ammissione difficile – “Aiuto, non so andare in bici!” – nessuno si è sentito di fare anche il passo di partecipare ad un corso insieme ad altre persone.

E’ così che abbiamo strutturato la nostra missione di liberatori in modo diverso: terremo un corso e faremo fare un tirocinio ai formatori per essere poi in grado di assorbire tutte le richieste con sessioni di coaching individuale.

Il percorso formativo inizia il 24 febbraio alle ore 14 a Dynamo e comprende una parte teorica ed una parte pratica da svolgersi anch’essa con i singoli insegnanti. Questo perché la parte più diffcile del percorso è quella di accompagnare le persone che vogliono superare questo scoglio, partendo dalle necessità individuali e lavorando sulla comprensione delle difficoltà e sulla motivazione. Normalmente, se l’avvicinamento a questo scoglio avviene in modo corretto, le persone imparano in poche ore.
Il consolidamento vero, ovviamente, si fa con l’esperienza, rinunciando ad esempio all’auto per andare al lavoro e cominciando, liberi a pedalare in città.

[email protected]
https://www.facebook.com/events/366893823785375/?ti=cl







Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *