MENU

BIKEBEE: risolvere il problema dei furti di bici con il GPS

News • di 24 Luglio 2019

Chi usa la bicicletta per i propri spostamenti sa che oltre a dover affrontare i rischi della strada deve anche pensare alla sicurezza della propria bici: uscire dal posto di lavoro, dal panettiere o da scuola e non trovare più la bicicletta è un trauma che non si dovrebbe augurare a nessuno.

Una buona rastrelliera e un ottimo lucchetto possono fare la differenza, ma una leggerezza (“la lascio solo un minuto”) o un balordo possono sempre accadere. E allora la bici è persa per sempre. E anche qualora venisse ritrovata da parte delle forze dell’ordine, bisogna quindi dimostrarne la proprietà.

Fino a oggi la marchiatura è stata la scelta più diffusa per identificare in modo univoco il proprietario in caso di ritrovamenti di biciclette, ma la mancanza di un registro nazionale delle biciclette rende spesso inefficiente questo metodo.

La soluzione è venuta in mente a Bikebee, una start up innovativa di Firenze: dotare ogni bicicletta di un tracciatore GPS che ne identifichi sempre la posizione su un’app in cui la community può condividere furti e ritrovamenti. Il proprietario di una bicicletta sospetta può essere in questo modo rintracciato scansionando il QR code oppure uno dei codici impressi con adesivi ultraresistenti sul telaio.

Si tratta in buona sostanza di un ecosistema di dispositivi per la sicurezza che dialogano tra loro con il supporto di una community vigile e attenta.

“È proprio la somma di questi elementi a fare la differenza: se i ladri sanno che il proprietario di una bici che stanno per rubare potrà rintracciarli e potrà dimostrare la legittima proprietà senza problemi, i malviventi ci penseranno due volte prima di tagliare un lucchetto o una catena” dice Alberto Montesi, CEO e fondatore di Bikebee.

BIKEBEE

Il bTrack, questo è il nome del GPS per biciclette che vuole sconfiggere i ladri di bici, sarà disponibile a partire da settembre e oltre a garantire una copertura europea – promettono i ragazzi di Bikebee – sarà equipaggiato con una potente batteria con un’autonomia di oltre 6 mesi, un terminale intelligente che si attiva o disattiva automaticamente se riconosce che il proprietario è in sella e che comunica lo stato della batteria in caso di furto.

bikebee-bici-antifurto

Il bTrack è disponibile in prevendita a un prezzo lancio di 70 € sullo store di Bikebee.

Già disponibili sono invece l’app per registrare gratuitamente la propria bici sulla piattaforma del Registro Digitale Nazionale e i sistemi di riconoscimento adesivi da applicare sul telaio della bicicletta.

Al momento sono oltre 25 i Comuni italiani che si sono affidati a Bikebee per tenere sotto controllo il fenomeno del furto delle biciclette e ci auguriamo che possano diventare presto molti di più.

Per informazioni: Bikebee.it

Contenuto sponsorizzato







2 Risposte a BIKEBEE: risolvere il problema dei furti di bici con il GPS

  1. Luca ha detto:

    È possibile avere altre informazioni sul gps? Sul sito non ce ne sono e dar via 70 euro senza poter minimamente valutare il prodotto non è un acquisto, è beneficienza

  2. Luca Balconi ha detto:

    Sul sito invece io ne ho trovate tante d’informazioni. Nonostante sia molto bello il progetto, mi rimangono però delle perplessità. Il tracker non usa la rete GSM, ma una rete ad hoc che comunica su una frequenza di 868Mhz (su cui comunicherebbero anche le smart city), quindi mi sorge la domanda: che cos’è ‘sta roba? La copertura è garantita ovunque, territorio nazionale ed europeo compreso? Si potrebbe avere maggiori informazioni a riguardo?
    Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *