Viaggiare

I 5 migliori itinerari di bikepacking in Turchia

I 5 migliori itinerari di bikepacking in Turchia

Il bikepacking è uno dei metodi di viaggio d’avventura in più rapida crescita. Basta agganciare le borse alla bicicletta e si parte, rimanendo completamente autosufficienti durante il viaggio. In questo modo si ha la possibilità di continuare a viaggiare in modo indipendente, coprendo potenzialmente distanze maggiori in un solo giorno.

bikepacking in turchia

La Turchia è perfetta per il bikepacking e il viaggio di avventura tra panorami e cultura, storia e architettura, esplorando antichi palazzi e moschee, attraverso la Tracia e l’Anatolia.

Abbiamo selezionato cinque itinerari adatti al bikepacking che vi porteranno negli incredibili canyon, nei vivaci bazar e nelle intriganti rovine dell’ovest, aiutandovi a esplorare le gemme nascoste della Turchia e a incontrare la sua vibrante e accogliente cultura.

Clicca qui per scaricare la traccia su Komoot

Istanbul – Canakkale: dal Bosforo a Gallipoli

bikepacking in Turchia gravel

Istanbul a Çanakkale è ormai un percorso classico tra i ciclisti locali. Il percorso parte dalla penisola di Istanbul e si dirige verso Küçükçekmece lungo la costa. Ad ogni chilometro si incontra la natura. Quando Çatalca è alle spalle, si raggiunge il confine provinciale di Tekirdağ. La prossima tappa è Lüleburgaz, un luogo importante per gli amanti della bicicletta sotto diversi aspetti. Qui la Yıldızlar Bicycle Academy di Lüleburgaz offre alloggio e manutenzione gratuita ai cicloviaggiatori di tutto il mondo.
Il percorso procede quindi attraverso le zone interne di Tekirdağ, famosa per le sue polpette e i suoi vigneti, scende fino alle rive del Mar di Marmara con Şarköy.
Quando si vede il cartello di Gallipoli, significa che si è entrati nei confini di Çanakkale, punto di arrivo dell’itinerario. La penisola di Gallipoli ha un posto importante sia per la Turchia che per la storia perché qui si svolse una battaglia decisiva tra la marina britannica e l’esercito ottomano durante la prima guerra mondiale.
Il percorso si conclude nel centro di Çanakkale, passando per una riproduzione 1:1 del Cavallo di Troia poiché si stima che proprio qui fosse l’antica città da cui originò anche la storia di Roma.

Il Gökova Trail

bikepacking in turchia gravel

Il Gökova Trail si ambienta nella parte costiera della Turchia e percorre una moltitudine di baie vergini e foreste. Il sentiero attraversa una geografia di straordinaria bellezza tra la penisola di Bodrum a nord e la penisola di Datça a sud.

La costa Bodrum-Akyaka-Datça del Golfo di Gökova è lunga circa 260 km. Le cime principali sono Mazı, Alatepe, Karacasöğüt e Balıkaşıran, quando si lascia Bodrum e l’altitudine non supera mai i 450 metri, pur garantendo salite e divertimento.
Il Gökova Trail è senza esagerare, uno dei percorsi più incantevoli che vi capiterà mai di percorrere per la sua natura selvaggia con panorami fantastici, i piccoli porti, l’acqua limpida e le testimonianze storiche. Queste caratteristiche la rendono meta assidua di turisti in barca a vela, ma anche in sella alla bici ha davvero molto da offrire.

La via di Kapidağ

bikepacking in turchia

Questo percorso ad anello di 100 km inizia a Erdek e attraversa il bellissimo paesaggio della penisola di Kapıdağ pedalando sempre in riva al mare. Le brevi colline e le baie di un blu intenso che appaiono dopo ogni curva aggiungono un colore diverso al viaggio.
Dopo aver lasciato alle spalle İlhanköy, basta seguire la strada da ovest a est lungo il lato settentrionale della penisola. Il prossimo villaggio, Doğanlar, è famoso per le sue cipolle rosse. Arrivati a Ballıpınar, assolutamente da non perdere è l’antico monastero di Kirazlı e le sue cascate. L’importante è assicurarsi di arrivare a Çuğra prima del calare del sole perché da qui si può ammirare un tramonto indimenticabile.

La Via Frigia

bikepacking in turchia

La Via della Frigia è un lungo percorso ciclistico che segue le tracce dei Frigi tra Ankara, Afyonkarahisar, Eskişehir e le province di Kütahya.
L’itinerario inizia a Eskişehir, una delle città più singolari della Turchia. Uno dei suoi quartieri più caratteristici è senza dubbio quello di Odunpazarı, meglio conservato dal punto di vista architettonico e inserito dal 2012 nell’elenco dei Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO.
Il percorso si snoda attraverso gli altopiani della Frigia per oltre 500 chilometri. Ciò che rende la Frigia così unica sono i magnifici paesaggi formati da antichi campi di lava, scolpiti dal vento e dall’acqua per formare strane guglie di roccia, innumerevoli grotte e strane torri simili a castelli.
Tra la geografia mistica e la storia scolpita nel paesaggio, la Via Frigia offre un’esperienza ciclistica straordinaria e unica.

Il Trail degli Ittiti

Un itinerario prezioso per chi ama la scoperta e la storia. Come è noto, la penisola anatolica è una straordinaria sintesi di un mosaico culturale che ha segnato la storia dell’umanità. Gli Ittiti, considerati la “superpotenza” dell’epoca, furono una civiltà molto all’avanguardia, con innumerevoli innovazioni che vanno dalla prima costituzione scritta al mondo all’istituzione dell’ordine sociale.
Percorrere il Sentiero degli Ittiti è un viaggio storico e culturale tra il passato e il presente.

L’area che comprende le rovine di Hattusa e Alacahöyük nel distretto di Boğazkale è il principale punto di attrazione. Nel raggio di 236 chilometri dalle antiche rotte carovaniere e migratorie si trova l’antica città di Hattusa, uno dei tredici siti del patrimonio mondiale dell’Unesco in Turchia. Percorrere il Sentiero degli Ittiti in bicicletta è un modo unico per esplorare il ricco patrimonio culturale della regione in un ambiente tranquillo.

Leggi di più Turchia in bici: percorsi e informazioni

[Contenuto realizzato in collaborazione con l’Ente del Turismo della Turchia]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *