Montare e impostare un ciclocomputer senza fili
MENU

Montare e impostare un ciclocomputer senza fili

Accessori, Bikelife • di

Ciclocomputer_1
Un ciclocomputer senza fili è la soluzione ottimale per tutti quei ciclisti che desiderano monitorare i propri spostamenti e allenamenti per uso personale, senza l’assillo di creare tracce gps o di postare sui social le proprie imprese ciclosportive. In questo articolo vedremo quali sono le procedure e l’attrezzatura necessaria per montare e impostare in maniera corretta un ciclocomputer senza fili.

Anatomia di un ciclocomputer senza fili

Ciclocomputer_2
Un ciclocomputer senza fili è l’insieme dei seguenti componenti:
• Supporto: da fissare al manubrio, consente di ancorare il computer;
• Computer: l’hardware che riceve i segnali, li elabora e li mostra al ciclista attraverso un display a più videate;
• Sensore: l’elemento che si fissa ai raggi della ruota e consente di rilevare la velocità e gli altri dati;
• Lettore: un elemento che si fissa al fodero della forcella e che legge i dati inviati dal sensore e li trasmette al computer;

I ciclocomputer presenti sul mercato sono innumerevoli: si va dai modelli più semplici, dove vengono forniti dati come la velocità e i tempi di percorrenza, fino a ciclocomputer molto elaborati e performanti, in grado di rilevare dislivelli, temperatura e (se collegati all’opportuna fascia cardiaca) anche i battiti cardiaci istantanei.
Perché scegliere un ciclocomputer senza fili, rispetto a uno a filo o a un navigatore per ciclismo? I vantaggi possono essere i seguenti:
Minor costo: un ciclocomputer senza fili è sicuramente più economico di un navigatore dotato di gps, per cui se non abbiamo particolari esigenze di navigazione o di tracciatura gps, possiamo tranquillamente acquistare un prodotto di questo tipo, riuscendo comunque a monitorare in modo efficace le nostre uscite;
Pulizia di montaggio: un ciclocomputer senza fili è più facile da montare rispetto a uno a filo e il telaio risulta più pulito, poiché non dobbiamo far passare il filo sulla forcella e sulla guaina del freno;
Possibilità di utilizzo multiplo: senza l’impiccio del filo, il montaggio e lo smontaggio del ciclocomputer è molto semplice, per cui è possibile utilizzarlo su più biciclette. Basta solo rimuoverlo e montarlo sulla bici utilizzata, senza grandi problemi. Diventa quindi un’ottima soluzione per chi ha più bici. Io uso il ciclocomputer delle foto sia per la bdc che la mtb. Ovviamente bisogna ricordarsi di variare la circonferenza della ruota;
Ampia gamma di dati: i ciclocomputer di qualità offrono una gamma di dati molto varia, utile anche per il ciclista più esigente. Oltre ai classici tempo di pedalata e chilometraggio, si possono ottenere la durata totali, le velocità media, istantanea e massima, i dislivelli, il tempo di movimento effettivo, i battiti del cuore (se predisposta l’opportuna fascia toracica), l’altitudine e il conteggio delle calorie bruciate. Tutti dati che possono poi essere inseriti nel proprio diario di allenamento, sia esso cartaceo che online;

Ora che abbiamo visto le possibilità e i vantaggi dell’uso di un ciclocomputer senza fili è tempo di sporcarsi le mani per installarlo sulla propria bicicletta.

L’installazione di un ciclocomputer senza fili: tempistiche, difficoltà e attrezzatura

Installare un ciclocomputer senza fili è un’operazione semplice, che non richiede grandi doti di manualità e che impegna per dieci o quindici minuti al massimo.
Ciclocomputer_3
L’attrezzatura necessaria è la seguente:
• Fascette stringitubo: per fissare i componenti al telaio;
• Tronchese: per tagliare la parte eccedente delle fascette;

Il montaggio e l’impostazione di un ciclocomputer senza fili passo-passo

Step 1: Montare il supporto

Ciclocomputer_4
Il supporto del computer è dotato di una pellicola adesiva che aumenta la solidità del fissaggio.
Ciclocomputer_5
Ciclocomputer_6
Rimuovete la pellicola e fissate il supporto sul manubrio o sull’attacco, nella posizione a voi più comoda.
Ciclocomputer_7
Dopodiché prendete gli elastici in dotazione e fissateli alle apposite guide ricavate sul supporto, facendoli poi girare sul manubrio stesso, in modo da ancorare in maniera definitiva il supporto;

Step 2: Inserire il computer

Ciclocomputer_8
Ciclocomputer_9
Innestate il computer sul supporto, facendo combaciare i connettori. Di solito si fa poggiare il computer sulla cava presente sul supporto, dopodiché lo si fa ruotare per inserirlo definitivamente;

Step 3: Inserire le fascette nel supporto del lettore

Ciclocomputer_10
Ciclocomputer_11
Ciclocomputer_12
Il lettore è dotato di un supporto in gomma per il montaggio sul pendente della forcella. Inserite nelle cave apposite due fascette per il fissaggio;

Step 4: Fissare il lettore

Ciclocomputer_13
Ciclocomputer_14
Poggiate il supporto del lettore al pendente destro della forcella e chiudete le fascette senza stringerle. Regolate ora l’altezza: la posizione migliore è il più in alto possibile, senza però creare interferenza con i freni.
Ciclocomputer_15
Ciclocomputer_16
Inclinate il lettore verso i raggi, anche qui senza creare interferenze, dopodiché stringete le fascette e tagliate l’eccedenza con il tronchese;

Step 5: Fissare il sensore

Ciclocomputer_17
Ciclocomputer_18
Il sensore si compone di due pezzi: il sensore vero e proprio e il suo supporto. Posizionate il sensore su un raggio destro della ruota, con la parte comunicante orientata verso il lettore. Ora bloccatelo con il suo supporto apposito, inserendolo nella parte posteriore del raggio. Regolatelo in altezza affinché l’asse del sensore coincida con l’asse del lettore;

Step 6: Controllare il funzionamento del sensore

Ciclocomputer_19
Ciclocomputer_20
Sollevate la ruota da terra e mettetela in rotazione: dopo qualche secondo dovreste vedere comparire sul computer l’indicazione della velocità. Se ciò non avviene ricontrollate la posizione in altezza del lettore e del sensore e la distanza tra gli stessi. Riprovate fino a quando il computer non riesce a leggere la rilevazione del sensore;

Step 7: Impostare la circonferenza ruota

Ciclocomputer_21
Tenete premuto il pulsante in basso a sinistra, fino a che non verrà visualizzata la funzione “impostazioni” (o “setup” se usate l’inglese). Qui dovete impostare la circonferenza della ruota della vostra bicicletta, affinché il computer possa calcolare con esattezza la vostra velocità. Ogni casa ha un suo sistema di misura della circonferenza ruota, che di solito è riportata in una tabella all’interno del manuale. Ricercate la misura della vostra ruota (ad esempio 700×23 per la bici nella foto) e la sua circonferenza corrispondente;

Step 8: Impostare i dati restanti

Ciclocomputer_22
Ciclocomputer_23
Tra le funzioni impostabili, rimangono l’orologio, le unità di misura (che possono essere in km e °C, oppure in miglia e in °F) e la lingua. Dopodiché il ciclocomputer è praticamente pronto all’uso.

Concludendo

Ciclocomputer_24
Montare e impostare un ciclocomputer senza fili è molto facile. Utilizzare un apparecchio di questo genere consente di tenere sott’occhio le proprie uscite, siano esse di puro divertimento oppure di allenamento in vista di un viaggio, con una spesa non eccessiva e con una durata delle batterie molto lunga.

Libri

bici-1 bici-2 bici-3

Articoli correlati

Una risposta a Montare e impostare un ciclocomputer senza fili

  1. Emanuele ha detto:

    Personalmente ho preferito scaricare l’app MY TRAKS sul cellulare: mappa del percorso realizzato, grafico con altimetria/velocità, statistiche di viaggio. Col collegamento satellitare presente ormai su ogni cellulare credo che i ciclocomputer avranno vita breve. Saluti e buona pedalata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *