MENU
viaggi girolibero

Situazione della pubblicità in bicicletta in Italia

Bikenomics, News • di 23 Novembre 2011

cartrelloA completamento dell’articolo di alcune settimane fa sulla nostra esperienza romana con la pubblicità in bicicletta, stiliamo un resoconto di quella che è oggi la situazione del fenomeno in Italia.

A fine 2009, quando su Google digitavo “pubblicità in bicicletta“, uscivano un paio di agenzie e poco altro. Oggi sembra che la tendenza sia notevolmente cambiata. La pubblicità in bicicletta è una realtà che si è diffusa a livello nazionale. Nonostante l’attenzione dei media non sia mai finita su questa iniziativa, la notizia ci sembra degna di nota.

Con realtà presenti a Torino, Napoli, Venezia, Reggio Calabria, addirittura due a Bari, e altre sparse per la Penisola, questa forma di pubblicità ecologica ha fatto passi avanti e merita di essere quanto meno discussa dai comuni e posta come alternativa agli altri pessimi mezzi di comunicazione itinerante o “street“.

Roma come detto non compare. Schiava della “mafia cartellonara” e dei maxi-impianti abusivi che di continuo imbrattano i nostri spazi, non cede al cambiamento. Eppure il confronto non regge, meglio i grossi e puzzolenti camion-vela o la bicicletta? Che oltre ad essere ecologica rappresenta anche la novità?

Il problema dei cartelloni selvaggi nella Capitale esiste da tempo e non lo abbiamo scoperto certo noi. Repubblica ce lo ha ricordato una prima volta nel 2009, una seconda in questo 2011.

La pubblicità in bicicletta è regolamentata da leggi comunali e nello stesso tempo non deve infrangere il Codice Della Strada, principio valido per qualunque forma di pubblicità itinerante. Ma la legge non è sempre rispettata: una regola ad esempio è quella di poter esporre la pubblicità solamente durante la circolazione. Purtroppo invece molti camion-vela sono comodamente parcheggiati per ore, a volte senza nemmeno un autista all’interno. Altre volte, in casi davvero grotteschi come nella “significativa” foto sopra (Roma), i maxi-cartelloni invadono addirittura la pista ciclabile.

A questo proposito merita quanto meno un plauso il blog “Cartellopoli“, che da oltre due anni informa e si batte sulla questione affissioni selvagge e abusive a Roma.

Agenzie di pubblicità in bicicletta in Italia:

Biciclette_Pubblicitarie

TopService: Savona
BiciSpot: Terni
BCspot: Cesena
Ciclospot: Reggio Calabria
Xyou: Verona
Epedala: Napoli
PubBICIttà: Venezia
Bari Bici Express: Bari
PromoInBici: Bari
PubliCityBike: Rimini
PromoCty: Torino

Rivenditori di biciclette pubblicitarie in Italia:

Biciclette pubblicitarie: Vigevano (PV)
Pubblinbici: Firenze

Video Promo Biciclette Pubblicitarie






8 Risposte a Situazione della pubblicità in bicicletta in Italia

  1. Fabio Bergamo ha detto:

    Heheheeh, manchiamo noi di Napoli, affermati da due anni… campagna elettorale al Sindaco, ai principali teatri…
    http://www.epedala.it

  2. admin ha detto:

    Ciao Fabio, perdonami ma non vi conoscevo.
    Mi sono fatto un bel giro su internet e non vi ho trovato. Vi aggiungo ora.
    Ciao e complimenti.

  3. Fabio Bergamo ha detto:

    Grazie admin, non abbiamo mai pensato di indicizzarci come “pubblicità in bicicletta” , ma come “bici pubblicitarie”. Ripareremo ;)

  4. Fabio Bergamo ha detto:

    P.S. La sostanziale mancanza di regulation in merito al nostro campo lascia un’enorme discrezionalità agli uffici pubblicità dei singoli comuni, che impedisce la formazione di agenzie nazionali, o anche soltanto di network.
    Noi ad esempio operiamo sul comune di Napoli, non potendo spostarci manco di un km, per non incorrere nelle solite pastoie burocratiche…

  5. Antonio ha detto:

    Ogni comune ha le sue disposizioni per i camion vela, in alcuni comuni purtroppo queste regole sono molte restrittive, comunque noi pur possedendo 50 camion vela, la maggior parte della pubblicità per la nostra clientela li svolgiamo con Ape 50 Vela, biciclette pubblicitarie e mezzi tipo Segway elettrici. Questi mezzi hanno pur la limitata dimensione un impatto maggiore, non sono invasivi, ed un grande successo con i mezzi vintage, piccoli tricicli degli anni 50.
    Siamo fra i pochi in Italia ad offrire mezzi storici per la pubblicità, film.
    http://www.segway.lombardia.it

  6. Napoli e provincia ci siamo anche noi

  7. Emanuele ha detto:

    Salve mi chiamo Emanuele e sono il titolare di un locale a Pontedera volevo sapere, dato che non trovo riscontro da nessuna parte,se posso parcheggiare la mia bicicletta con un cartello del locale o addirittura mettendo il logo sui cerchi e ovviamente rimuoverla ogni sera.
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *