New York: le rastrelliere progettate da David Byrne

11 Settembre 2012

rastrelliere-new-york-byrneSe un giorno la sua carriera musicale dovesse entrare in una fase di declino, David Byrne, artista poliedrico e ciclista urbano di New York, già saprebbe su quale attività ripiegare. Realizzare rastrelliere “creative” per il parcheggio delle biciclette.
L’ex frontman dei Talking Heads infatti non è solo uno che va in bici nella Grande Mela, ma nel corso degli anni è divenuto tra i maggiori sostenitori di questo mezzo attraverso una serie di attività, non ultima la scrittura del libro “I diari della bicicletta”.

Oggi, dopo un periodo in cui si è dedicato alla progettazione di rastrelliere, è possibile vedere le sue ultime creazioni davanti la Brooklyn Academy of Music.
Che emozione essere invitati a progettare rastrelliere per New York“, dice Byrne. “Da queste parti ci passo spesso e ho notato che le rastrelliere sono spesso tutte occupate, quindi evidentemente delle nuove servivano. Pensando a qualcosa di originale, e che cambiasse nella forma da pezzo a pezzo, mi sono venute in mente le lettere dell’alfabeto e così ho deciso di coprire una fila di rastrelliere con una parola, o più, per intero.

Attualmente alcune parole utilizzate sono “pink crown” e “micro lip, ma le possibilità sono infinite. Beh, quasi. In effetti ci sono delle lettere la cui forma, a meno che non venga alterata, sembra non consentire una trasformazione in rastrelliera. Così è stato creato un alfabeto apposito dedicato al progetto, il “David Byrne Bike Rack alphabet”. L’iniziativa dovrebbe sbarcare entro breve tempo sui social network, per coinvolgere anche gli utenti nella scelta delle lettere e delle frasi da utilizzare come rastrelliera.

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.799
Acquista
Meccanica Base 1
199
Acquista
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti