Follow the Women: le donne in bici per la pace

11 Febbraio 2013

follow-the-women

Centinaia di donne di tutto il mondo in bicicletta sulle strade del Medio Oriente. Follow the Womem, iniziativa internazionale lanciata nel 2004 dalla signora inglese Detta Regan, giunge quest’anno alla sua sesta edizione, in partenza il 15 febbraio prossimo. Dopo il primo raduno, i successivi si sono tenuti nel 2005, 2007, 2008 e 2009, mentre è stata sospeso l’appuntamento del 2011.

L’obiettivo della pedalata è favorire lo scambio culturale tra le donne di due mondi molto differenti e allo stesso tempo portare un messaggio di pace e fratellanza, sempre in un clima festoso e sereno. Negli anni precedenti sono state percorse le strade del Libano, Siria, Giordania e Palestina, quest’anno invece Follow the Women, la cui partecipazione è aperta a tutti, andrà negli Emirati Arabi, dove peraltro le donne non hanno il permesso di andare in bicicletta. Si svolgeranno incontri con donne e ragazze locali, nelle università o che collaborano con organizzazioni internazionali.

Attualmente l’organizzazione è presente in 40 paesi ognuno dei quali ha una persona di riferimento. In Italia la responsabile del progetto è Antonella Furini, la quale pochi giorni fa ha annunciato che il gruppo delle italiane è ormai al completo: 18 presenze provenienti da Lombardia, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Emilia-Romagna, Toscana e Lazio, con l’augurio che al prossimo appuntamento si riescano a coinvolgere donne e ragazze di tutte le regioni. E gli uomini: benvenuti, ma solo per accompagnare le cicliste in qualità di medici, reporter o assistenti meccanici.
Si pedalerà circa 50 chilometri al giorno, per dieci giorni, fino al 24 febbraio.

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.799
Acquista
Meccanica Base 1
199
Acquista
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti