MENU
Fiera del Cicloturismo - bikeitalia.it

Stanno bene i cicloturisti americani scomparsi in Perù

News • di 1 Marzo 2013

jamie-garrett

Ci dispiace se siete stati in pensiero, ma abbiamo attraversato paesi senza elettricità, telefono e internet, ora siamo nella base militare di Pantoja, in Perù […] ancora non riusciamo a fare chiamate perché la connessione internet è troppo lenta per usare Skype […] Tutto ciò è fottutamente assurdo…

In un messaggio su Facebook Jamie Neal, la cicloturista statunitense data per dispersa in Perù insieme al fidanzato Garrett, spiega le regioni per cui i due ragazzi, per oltre un mese, non hanno dato notizie di sé, lasciando con il fiato sospeso parenti e amici. Per la coppia, originaria di San Francisco, tre giorni fa sono state attivate le ricerche da parte del Dipartimento di Stato americano e dell’ambasciata in Perù, che hanno diffuso una foto identificativa da far circolare tra i turisti che in quei giorni frequentavano la regione del Cusco e del Macchu Picchu, nella speranza di ricevere qualche segnalazione. Il timore maggiore, visti gli avvertimenti delle autorità locali, era che i due cicloturisti fossero stati rapiti. Jamie invece, come si legge dai successivi commenti sul social network, spiega di stare bene ed ospite insieme al fidanzato in una casa messa a disposizione dai militari peruviani, in attesa di ricevere i bagagli e le biciclette da cui si sono separati prima di raggiungere la base di Pantoja, per poi terminare il viaggio. Appare serena ed alquanto stranita per tutte le attenzioni che sta ricevendo. “Qua sembra che siamo diventati famosi ormai – scrive Jamie – ci chiedono interviste, foto, ci fanno regali“. E anche gli amici, per non essere da meno, hanno già promesso una gran festa al loro rientro.







Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *