Addio a Mauro Talini, il cicloviaggiatore diabetico

16 Maggio 2013

mauro-talini-incidente

Più forte del diabete con cui combatteva da vent’anni, Mauro Talini, cicloviaggiatore di Massarosa (Lucca), è morto lunedì 13 maggio dopo che un tir lo ha travolto in Messico, nella zona di Trinceras. Il quarantenne toscano, che avevamo intervistato nel 2011, era nel mezzo di un viaggio in bicicletta iniziato il 1° gennaio 2013 dalla Terra del Fuoco, in Argentina, e che sarebbe terminato in Alaska, dopo una traversata dell’intero continente americano. A dare la notizia, confermata dall’Associazione che ne curava i viaggi, Padre Kolbe, è stato il sito di informazione locale Ariete Caborca.

Mauro Talini, a cui era stato diagnosticato il diabete insulino dipendente nel 1984, aveva fatto della sua malattia una peculiarità: “il diabete non è un limite, anzi, lo considero una scuola di vita“, scriveva sulle pagine del suo sito, tanto che “Diabete No Limits” era diventato lo slogan delle sue imprese. Appassionato di sport fin da bambino, non aveva rinunciato a praticare ciclismo e calcio a livello agonistico. La svolta nel 2003, con i primi viaggi in bicicletta in Italia, poi in Europa, Medio Oriente, Sud America, fino alla decisione di partire per la traversata americana, ed il triste epilogo lunedì in Messico.

 

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.799
Acquista
Meccanica Base 1
199
Acquista
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti