MENU
fancy women bike ride 2019

Dall’Irlanda al Myammar, viaggio in bici per i rifugiati

News • di 22 Maggio 2013

bici-irlanda-myammar

Hugh Bergin, viaggiatore irlandese di lungo corso, è partito il 27 aprile scorso da Kilkenny per un tour in bicicletta di 10 mila chilometri, con destinazione Burma, in Myammar, con l’obiettivo di raccogliere fondi da destinare alla “Karen Refugee Committee Education Entity” (KRCEE), ong in difesa dei rifugiati con sede a Mae Sot, al confine tra Thailandia e Myanmar. Il viaggio, ribattezzato per l’occasione “Bicycle to Burma”, dovrebbe durare intorno agli otto mesi.

L’itinerario attraverserà buona parte dell’Europa centrale fino al Mar Nero, la Georgia, l’Azerbaijan, il Turkmenistan, l’Uzbekistan, con tappa obbligata a Samarcanda, la vecchia Via della Seta dell’Asia centrale tra Pakistan e India del nord, il Nepal, pedalando ai piedi dell’Himalaya, e infine la Cina, nella provincia dello Xinjiang, prima di giungere in Myammar. Nella prima parte del percorso l’intenzione è quella di pedalare lungo le piste ciclabili di Paesi Bassi e Germania, per evitare il traffico, lusso che certamente non potrà permettersi nel secondo tratto del tragitto, quello asiatico, peraltro abbastanza montuoso e impegnativo.

Hugh ha detto che le spese del viaggio le finanzierà lui stesso, e che le donazioni verranno impiegate interamente per sostenere il progetto di beneficenza, divise tra la fondazione irlandese “Susie Long Hospice Fund” e il KRCEE. L’avventuriero irlandese non è alla prima esperienza di una certa durata lontano da casa, ma questa in bicicletta è una prima assoluta perché Hugh Bergin è stato in passato un motociclista, protagonista di altri viaggi altrettanto affascinanti, come quello attraverso tutta l’Africa, sempre legato ad un progetto di beneficenza.

Sarà possibile seguire l’avventura a pedali di Hugh Bergin consultando gli aggiornamenti sul suo sito web bicycletoburma e sulla pagina Facebook.

Mappa







Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *