Dalla Gran Bretagna le piste ciclabili con asfalto luminoso

22 Novembre 2013

Pista ciclabile luminosa a Cambridge

Uno degli slogan delle recenti iniziative a favore dell’uso della bici in Gran Bretagna è “Go Dutch!”. La lingua italiana non è sintetica come quella anglosassone, e l’espressione si potrebbe tradurre con un “fai come gli olandesi!”, che hanno l’infrastruttura ciclistica più evoluta d’europa. Ora i sudditi della Regina sembrano voler addirittura superare i loro cugini al di qua della Manica. Se pochi mesi fa era giunta dall’Olanda la notizia di piste ciclabili riscaldate, in Inghilterra si stanno sperimentando piste ciclabili fluorescenti, che si illuminano di notte.

La città di Cambridge ha iniziato a testarle in un parco pubblico, quello di Christ’s Pieces. L’azienda detentrice del brevetto – la ProTeq – ha ricoperto alcune centinaia di metri all’interno del parco con uno spray molto particolare: oltre a riparare la superficie dell’asfalto infatti, esso contiene delle sostanze chimiche che riescono a immagazzinare l’energia contenuta nei raggi UV che arrivano dal sole durante la giornata; quando cala la notte, l’energia viene rilasciata sotto forma di radiazioni luminose, facendo risaltare chiaramente il percorso.

L’effetto è decisamente insolito e quasi spettrale, come si può vedere dalla foto in alto scattata a Cambridge. Il procedimento messo a punto dall’azienda sembra essere particolarmente efficiente e veloce, permettendo di abbattere i costi della riparazione delle superfici urbane (almeno quelle destinate alla circolazione di pedoni e veicoli leggeri). Inoltre, questa soluzione permette di dare una risposta alla necessità di ridurre le spese per l’illuminazione pubblica notturna.

In Gran Bretagna – e non solo – sono sempre di più le amministrazioni locali che sono costrette dalla mancanza di fondi a spegnere l’illuminazione pubblica. Spesso i lampioni vengono spenti solo nel cuore della notte, ad esempio fra mezzanotte e le 5, ma in alcuni luoghi lo switch-off avviene anche alle nove di sera. Gli unici ad essere contenti sembrano essere gli astrofili, per la riduzione dell’inquinamento luminoso: molti altri protestano, temendo che queste misure possano causare un aumento degli incidenti stradali o degli atti criminali. Le piste ciclopedonali luminose insomma sembrano arrivare al momento giusto.

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
Da: 1.499
Acquista
Meccanica Base 1
Da: 149
Acquista

Commenti

Un commento a "Dalla Gran Bretagna le piste ciclabili con asfalto luminoso"

  1. Come ciclista e astrofilo non posso che essere contento. L’unica preoccupazione che ho è che in Italia vengano realizzate col fosforo radioattivo destinato allo smaltimento fra i rifiuti speciali… :-(

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti