MENU

Eurobike, il futuro della bici è già qui

News • di 21 Agosto 2015

Un’anteprima sulle novità per il 2016 nel mondo della bici che si è dato appuntamento da mercoledì 26 a sabato 29 agosto a Friedrichshafen per Eurobike. Una Fiera che noi di Bikeitalia.it seguiremo per poi fare un report dettagliato su quello che vedremo e toccheremo con mano. Il prossimo anno si annuncia particolarmente ricco di novità per il settore delle due ruote, che si sta diversificando e ampliando sempre di più sia nel comparto Mtb che per quanto riguarda le bici da corsa. Innovazioni che portano con sé anche un bagaglio di termini tecnici con cui bisogna familiarizzare per capire al volo di che cosa si sta parlando quando si parla di 27+, size split, boost standard e direct mount.

EUROBIKE 2014

Nell’ambiente è ormai risaputo che i costruttori di mountain bike amano sperimentare nuovi diametri di ruota. I formati 29″, 650B e fatbike hanno già fatto il loro ingresso sul mercato. L’anno 2016 si annuncia con una nuova misura, la 27+, che unisce i vantaggi di due standard diversi e ha senz’altro i requisiti per affermarsi come trend setter. 27+ si basa su un cerchio largo in formato 650B, conosciuto anche come 27,5, combinato con gomma da 2,8 a 3 pollici e si muove nel campo tra all mountain pneu e fat bike. Il risultato è una ruota che offre una trazione particolarmente alta, senza tuttavia presentare il peso delle ruote fat bike.

EUROBIKE 2014

Anche il secondo grande trend del mondo delle Mtb per l’anno 2016, il cosiddetto size split, è incentrato sulle ruote. Questo termine si riferisce alla nuova strategia delle case costruttrici di equipaggiare sempre più modelli con diverse misure di ruote secondo la grandezza del telaio. Per esempio, l’anno prossimo un modello di mountain bike della taglia S sarà dotato di ruote 650B, mentre per lo stesso modello di taglia M il cliente potrà scegliere tra 650B e 29 pollici e per la taglia L sarà possibile solo l’impiego di ruote da 29 pollici.

Lo standard boost si riferisce anch’esso alla larghezza: una larghezza maggiore del mozzo è vantaggiosa, così pensano la case costruttrici di mtb che presenteranno i nuovi modelli per il 2016. Soprattutto nelle mtb da enduro o nei bike park le ruote con mozzo tradizionale raggiungono spesso i loro limiti di stabilità. Le battute del mozzo, aumentate di sei mm dietro e dieci mm davanti, offriranno un maggiore sostegno per i raggi e dunque una maggiore stabilità.

Euro Bike Media Days - Kirchberg

Il comfort è un fattore sempre più importante nel settore delle biciclette da corsa. Lo dimostra il fatto che la maggior parte dei modelli di bici da corsa per il 2016 si può dotare di ruote più larghe. La maggior parte delle bici da corsa si presenta di serie con pneumatici (già abbastanza larghi) da 25 mm, ma sia il telaio sia la forcella offrono nella maggior parte dei casi spazio sufficiente per montare le più comode gomme da 28 mm. Ancora qualche anno fa questo formato quasi da trekking (che parte già da 32 mm) non era visto di buon occhio dai puristi della bici da corsa, ma soprattutto i ciclisti alti e con un certo peso apprezzano sempre di più non solo il maggiore comfort, ma anche la maggiore aderenza di questa misura.

Il fatto che il mercato della bici da corsa da qualche tempo non sia più dominato dai tradizionalisti, lo dimostra anche il successo con cui si sono affermati i freni a disco. Gli esperti non hanno dubbi che questa tipologia di freni si possa affermare nel mondo della bici da corsa già il prossimo anno. In condizioni ideali i freni tradizionali hanno dei buoni valori di decelerazione, tuttavia sul bagnato o quando la leva del freno viene usata dall’alto con uno o due dita, i vantaggi dei freni a disco sono evidenti. Una maggiore sicurezza e mani più rilassate per il minore sforzo saranno in futuro senz’altro dei vantaggi che numerosi ciclisti sapranno apprezzare. Le case costruttrici introdurranno nel 2016 con il direct mount uno standard a montaggio diretto nuovo ed elegante per le pinze freno su bici da corsa, che ridurrà inoltre anche la differenza di peso tra freni a pattino e quelli a disco a poche centinaia di grammi.

Il nuovo anno si annuncia appassionante grazie alla quantità di innovazioni tecniche sia nel settore delle biciclette da corsa sia in quello delle Mtb. Una panoramica completa del futuro stato dell’arte tecnologico del mercato della bicicletta è offerta dalla fiera di riferimento mondiale del settore Eurobike a Friedrichshafen, che negli ultimi giorni di agosto diventa ombelico del mondo della bicicletta. Mentre i primi tre giorni fieristici (dal 26 al 28 agosto 2015) sono come sempre riservati alla stampa e agli operatori professionali, Eurobike apre le porte al pubblico nell’ultimo giorno fieristico (sabato 29 agosto).

Fonte | Comunicato Stampa







Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *