Flyer TX-Series 7.0, bici elettrica da cicloturismo con ammortizzatore posteriore

2 Settembre 2015

Continuiamo la nostra presentazione di modelli di bici elettriche interessanti visti a Eurobike 2015.

dettaglio ammortizzatore posteriore

La bici elettrica di cui parliamo oggi può sembrare a prima vista non particolarmente innovativa: questa Flyer TX-Series 7.0 è una bella bici elettrica versatile, pensata per un uso misto urbano e cicloturistico, dotata di motore centrale Bosch e componenti di alta qualità. In realtà, se guardate bene, potete notare che oltre alla forcella ammortizzata, la bici ha anche un ammortizzatore posteriore, un elemento solitamente riservato alle mountain bike. È questa la novità per la quale è stata premiata la bici, oltre alla qualità dei componenti in generale. Diciamo subito che montare un ammortizzatore posteriore su una bici del genere è una scelta che, sulla carta, non ci convince più di tanto.

Un ammortizzatore posteriore ha dei pro e dei contro: da una parte aumenta il comfort di guida, e facilita il contatto continuo della ruota posteriore con il terreno. D’altra parte però rende la pedalata meno efficiente e aumenta il peso della bici (per approfondire la questione potete leggere questo articolo su Bikeitalia: è incentrato sulle forcelle ammortizzate ma valgono le stesse condiserazioni). Ora, noi siamo i primi a credere che una bici elettrica permette di ripensare la progettazione della bici in generale, e quindi crediamo che montare una forcella ammortizzata possa avere maggior senso su una bici elettrica rispetto a una bici “normale”: in fondo l’assistenza del motore permette di compensare la perdita di efficienza di pedalata e il maggiore peso. Aggiungere anche un ammortizzatore posteriore a una bici elettrica destinata a essere usata su asfalto o semplici sterrati è però forse un po’ troppo. Anzi, c’è il rischio che la presenza dell’ammortizzatore posteriore porti delle persone inesperte tecnicamente a osare un po’ troppo sugli sterrati, senza rendersi conto che il mezzo che hanno è comunque molto diverso da una mountain bike.

bici elettrica da cicloturismo con ammortizzatore posteriore

Comunque, è bello che sul mercato ci siano molti tipi di bici, in modo che ognuno possa scegliere quella che preferisce. Questa bici può essere utile a chi si trova ad affrontare con pari frequenza percorsi su asfalto o su sterrati molto “movimentati”, e magari ha problemi alla schiena e vuole quindi il massimo assorbimento delle vibrazioni. L’importante è che si sia consapevoli dei pro e dei contro di ciò che si acquista.

La bici elettrica in questione ha un prezzo decisamente importante, che va dai 4299€ della versione 7.0 ai 4799 della versione 7.70 (con migliore cambio,  freni, forcella e sospensione). Il motore è un Bosch nella versione Performance da 36V e 250W, con limitatore a 25 km/h, alimentato da una batteria da 400Wh (per la nuova batteria da 500Wh bisogna aggiungere 200€).

Per maggiori dettagli potete consultare il sito Flyer da cui abbiamo tratto le immagini che corredano l’articolo.

Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti