MENU

Pavia, 10 nuove piste ciclabili e altri interventi entro i prossimi anni

News • di 11 gennaio 2017

La sezione ciclismo urbano è stata realizzata con il supporto di NexBike

700mila euro è la spesa prevista per ampliare la rete di piste ciclabili di Pavia con 10 nuovi percorsi. Previsti anche ulteriori parcheggi per bici e un rafforzamento del bike sharing. L’arco temporale previsto per i lavori arriva fino al 2025, ma molti progetti dovrebbero essere già pronti nel 2019.

rete ciclabile Pavia

Immagine tratta dal quotidiano “La Provincia Pavese”, 10 gennaio 2017

È stato recentemente approvata la proposta preliminare di Piano Urbano per la Mobilità Sostenibile (PUMS) della città di Pavia. Il documento, notando le carenze dell’attuale rete di piste ciclabili presente in città, delinea una serie di interventi per porre rimedio a queste carenze, promuovendo l’uso della bici nel capoluogo lombardo.

Il PUMS prevede in pratica due distinti gruppi di azione. Da una parte, come potete vedere nell’immagine qui sopra, si realizzeranno 10 nuove piste ciclabili, con l’intento in particolare di collegare meglio le periferie al centro della città, dove si trovano quegli edifici che più attraggono pendolari quotidianamente, come la stazione e l’università. Da sottolineare il fatto che le piste ciclabili previste sono in buona parte lineari e su direttrici effettivamente utili: non dovrebbero essere i classici percorsi che si dipanano a zig zag con il solo intento di disturbare il traffico automobilistico il meno possibile.

L’attuale rete ciclabile di Pavia ha un’estensione di 31 chilometri, ed è diffusa prevalentemente nel centro storico. È proprio per questo che si è deciso di intervenire principalmente in periferia con percorsi dal classico impianto radiale.

Il secondo gruppo di azioni invece prevede alcuni progetti collaterali non meno importanti: le piste ciclabili infatti devono inserirsi in un contesto che renda facile l’uso della bici. È per questo che il Bici Plan prevede di:

  • aumentare i parcheggi per bici nei punti di interscambio con i servizi di trasporto pubblico;
  • aumentare il numero di rastrelliere per bici (si spera adeguatamente progettate) nei pressi degli edifici di interesse pubblico;
  • infine aumentare il numero di postazioni di bike sharing.

Ricordiamo che migliorare le infrastrutture per ciclisti in territorio lombardo in questi anni è di particolare importanza dal punto di vista strategico: la regione Lombardia infatti sta investendo molto sui percorsi ciclabili a lunga percorrenza, con l’intento di sviluppare il cicloturismo. I viaggiatori in bici che arriveranno a Pavia, se troveranno una buona accoglienza, non potranno che consigliare la visita della città con il passaparola e sui forum in internet, moltiplicando il numero dei turisti che sceglieranno di visitare in modo sostenibile il capoluogo lombardo.

Nel dettaglio

Ecco nel dettaglio le piste ciclabili da realizzare, l’ammontare della spesa prevista, e l’arco temporale entro il quale dovrebbero essere pronte:

  • Ospedale, 2017/19, 140mila euro, 2,2 km
  • viale Lodi, 2017/19, 35mila euro, 2,1 km
  • stazione-fondazioni, 2020/22, 120mila euro
  • via Lardirago, 2020/22, 75mila euro, 1 km
  • via dei Mille, 2020/22, 75mila euro, 1,3 km
  • via Boschetti, 2023/25, 75mila euro, 1,1 km
  • via Olevano, 2023/25, 17mila euro, 0,2 km
  • via Vigentina, 2023/25, 70mila euro, 1 km
  • viale Cremona, 2020/22, 105mila euro, 2,1 km

Per maggiori informazioni: pums.pv.it

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *