Amazon: la nostra nuova sede? Solo in una città adatta alle bici

29 Settembre 2017

Si può dire quello che si vuole su Amazon. La strategia aggressiva; i ritmi di lavoro nei magazzini; i dubbi relativi alla privacy.

Però Amazon sa come fare soldi. E sa che per fare soldi è necessario avere lavoratori produttivi e in salute. Grazie alla bici, ovviamente.

ciclista urbano

Lo si capisce bene leggendo un comunicato dell’azienda di pochi giorni fa. La sede attuale di Seattle non è più sufficiente, e il colosso dell’ecommerce ne sta cercando un’altra. Tutte le grandi città americane sarebbero ben contente di ospitare la sede di Amazon; ma solo quelle che hanno investito nella ciclabilità potranno avere speranza di successo.

Nel comunicato infatti si legge chiaramente che uno dei requisiti fondamentali per la città in cui Amazon aprirà la nuova sede è la presenza di “piste ciclabili […] e altre opzioni creative per favorire gli spostamenti”.

Le città che non rivedono le proprie scelte di mobilità in favore della bici sono tagliate fuori dall’economia globale.

Leggi anche: gli studi che dimostrano che i lavoratori ciclisti sono più produttivi

Commenti

Un commento a "Amazon: la nostra nuova sede? Solo in una città adatta alle bici"

  1. Italo ha detto:

    La città ideale per Amazon è quella dove puo pagare meno tasse, basta vedere dove ha la propia sede in Europa, in Lussenburgo che è la città meno ciclabile della zona ma dove le tasse per le multinazionali sono inferiori. Quindi meno retorica e meno pubblicità ma più serietà ed articoli motivati per favore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti