Regno Unito, le ebike dettano l’agenda dei nuovi sviluppi immobiliari

5 Luglio 2021

Il colosso del settore immobiliare inglese Lightwood ha deciso di fare la sua parte per promuovere una mobilità più sostenibile e salutare, per questo ha stilato un accordo con Orbea, importante produttore di bici elettriche, al fine di dotare tutti i complessi residenziali di nuova costruzione con delle flotte di bici elettriche al servizio di chi vi abita.

Una proposta interessante che potrebbe essere emulata da moltissime altre realtà che si occupano di housing e sviluppo immobiliare.

Ebike mercato immobiliare
Ebike mercato immobiliare – Il servizio di bici a noleggio Pirelli che ricalca la proposta di Lightwood

Del resto l’interesse del comparto immobiliare nel puntare sul mercato delle ebike è dato dalla necessità di ridurre i gas inquinanti emessi in atmosfera, oltre al fatto che nel solo Regno Unito il mercato delle bici elettriche è cresciuto del 50%, mentre il numero di persone che si sposteranno in bicicletta nei prossimi anni, stando alle ultime analisi, potrebbe raggiungere il 40% della popolazione.

Quanto effettivamente inciderà la bicicletta sul futuro dei britannici è difficile dirlo, soprattutto perché, stando a quanto raccontano gli analisti del settore, saranno due le criticità da affrontare nei prossimi anni: quanto spazio verrà destinato alle biciclette all’interno dei masterplan di costruttori e immobiliaristi e quanto la politica locale vorrà spingere su collegamenti ciclabili tra centro città e periferie.

Il settore immobiliare riveste infatti un ruolo decisivo nella promozione della mobilità ciclistica: dando maggiore spazio alla bicicletta, realizzando appunto servizi ad hoc come noleggi, sharing e parcheggi di qualità, e riducendo le aree e i parcheggi da destinare alle auto, si ottimizza lo spazio per usi più rilevanti.

Ecoquartieri a misura di persona
Nuovi ecoquartieri

Lightwood è una società che opera su larga scala, progettando insediamenti abitativi di grandi dimensioni, solitamente dalle 2.000 alle 5.000 nuove abitazioni, dove a breve tutti i residenti potranno accedere all’uso gratuito delle ebike.

C’è un’opportunità molto concreta di ridurre le emissioni nelle città e nei paesi del Regno Unito“, ha affermato il direttore di Lightwood James Sorrentino.La crescita dell’utilizzo delle e-bike e la maggiore distanza che queste ci consentono di coprire agevolmente offrono molteplici possibilità al pendolarismo. In qualità di sviluppatori immobiliari, abbiamo completamente rivisitato il nostro approccio e ora abbiamo messo le ebike al centro di qualsiasi piano generale per i nostri nuovi sviluppi“.

Ma nel concreto cosa farà Lightwood? “Garantiremo la costruzione di percorsi ciclabili di collegamento alla più ampia rete ciclabile e stradale; le e-bike dovranno essere disponibili a pochi passi da tutte le case, dovranno essere in numero sufficiente e ben tenute, tutti gli utenti potranno usare gratuitamente e ancora, ci impegneremo affinché i principali nodi di intermodalità siano dotati di servizi adeguati, ad esempio con parcheggi nelle stazioni ferroviarie e nelle principali fermate degli autobus”, ha concluso Sorrentino.

Chissà se l’iniziativa di Lightwood potrà essere imitata da alcuni importanti soggetti operanti sul territorio italiano.

Masterclass in Meccanica

Corso In Presenza

Lascia un commento

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti