Italia

Finale Ligure: sport, natura e ciclismo a 360°

In equilibrio tra mare e montagna Finale Ligure si è conquistata il meritato titolo di capitale dell’outdoor diventando, negli ultimi anni, una delle destinazioni più apprezzate in Italia e nel mondo dagli amanti dello sport a stretto contatto con la natura.

Le aree archeologiche ricche di grotte e incisioni rupestri, le falesie e le scogliere verticali, la profumatissima e avvolgente macchia mediterranea, gli uliveti e le faggete secolari danno vita ad un territorio incredibilmente vario che dal mare si estende in pochi chilometri fino agli oltre 1000 metri di altitudine racchiudendo così infinite opportunità per gli sportivi e soprattutto per gli amanti delle due ruote.

Liguria MTB Baia dei Saraceni dal Sentiero del Pellegrino
Baia dei Saraceni dal Sentiero del Pellegrino

L’evoluzione delle attività sportive a Finale Ligure

Se da un lato questo territorio ha radici fortissime legate all’arrampicata e al trekking che continuano ad essere tra le attività più amate e praticate in zona, negli ultimi anni si è instaurato una nuova relazione con la bici. Anche grazie ad una nuova consapevolezza dei finalesi, il mondo legato alla bicicletta ha trovato terreno straordinariamente fertile in quella che oramai è conosciuta da tutti come la Finale Outdoor Region. Centinaia di percorsi s’intrecciano con un infinita varietà di ambienti e terreni. Dagli esigenti MTB trail ripidi e rocciosi con vista mare agli avvolgenti flow trail dell’entroterra, si è creato un vero e proprio parco giochi per gli amanti delle ruote grasse che trovano in Finalborgo, uno dei borghi più belli d’Italia, il loro naturale punto di ritrovo.

Gli eventi ciclistici a Finale Ligure

Liguria in bici Finale Ligure
Finale Ligure

Non è assolutamente un caso se proprio in questo territorio si svolgono eventi di livello internazionale come l’oramai storica 24H di Finale, la tappa della Enduro World Series e la UCI Marathon World Cup che per la prima volta si è svolta in Italia con partenza e arrivo proprio nella suggestiva e caratteristica cornice di Finalborgo.

Ma se il Finalese è sicuramente sinonimo di climbing, trekking e MTB, sarebbe davvero un grossolano errore non porre l’attenzione sulle enormi potenzialità legate al ciclismo su strada. Ci sono decine di anelli capaci di sorprendere sia gli agonisti più esigenti sia i semplici appassionati che ricercano dalla bicicletta non solo la fatica ma anche il sapore della conoscenza, dell’esplorazione e della cultura.

Il territorio

L’affascinante legame con la natura non cambia se si decide di pedalare su strada. Anzi, forse questo è reso ancor più evidente ed interessante da scoprire grazie all’opportunità di unire, in uno spazio tempo incredibilmente limitato, la meravigliosa costa ligure con un entroterra capace di sorprendere. Sorprende sia dal punto di vista tecnico, non mancano infatti salite anche lunghe ed impegnative, sia dal punto di vista naturalistico-ambientale.

Il mio consiglio per assaporare al 100% la magia del Finalese è quello di non essere “pigri”. Pedalare lungo la costa ligure ha indubbiamente il suo fascino ma spesso, soprattutto nei mesi estivi e duranti i fine settimana, il traffico sull’Aurelia può diventare davvero problematico e quindi il miglior modo per godersi questo territorio è proprio quello di lasciarsi trasportare dalla curiosità senza limitarsi alla tracce più “comode” e conosciute.

I miei percorsi preferiti su strada con partenza e arrivo da Finale Ligure

1 Altopiano delle Manie con Verezzi e Ranzi

Liguria in bici Golfo Borgio Verezzi
Golfo Borgio Verezzi

Salite dolci, scorci vista mare indimenticabili per una traccia adatta a tutti e dal divertimento assicurato grazie anche alla sua altimetria caratterizzata da continui “sali e scendi”. La storicità e la cultura che si respira attraversando i borghi di Verezzi e Ranzi sono la ciliegina sulla torta per una traccia pedalabile 365 giorni l’anno.

Lunghezza: circa 60 KM | Dislivello: 1.250 M D+
Periodo migliore: perfetto in tutte le stagioni

Scarica la traccia

2 Tranquillità tra Voze, Feglino, Calice Ligure e Finalborgo

Lontano dal traffico anche nella stagione estiva questa è la traccia perfetta per chi ama pedalare in solitudine godendosi il silenzio e la pace della natura più autentica tra ulivi secolari e piccolissimi centri abitati rimanendo comunque molto vicino al mare.

Distanza: circa 50 KM | Dislivello: 1.000 M D+
Periodo migliore: perfetto in tutte le stagioni

Scarica la traccia

3 La Faggeta del Melogno con Castelvecchio di Rocca Barbera

Liguria in bici Salita Colle del Melogno
Salita Colle del Melogno

Pochi chilometri sulla costa e moltissimo entroterra. Un anello con salite divertenti come quella di Balestrino o il Colle Scravaion che dal meraviglioso borgo di Castelvecchio di Rocca Barbera porta a Bardineto. Entrati nelle Alpi Marittime, e una volta giunti a Calizzano, l’immersione nella natura è totale. 8 km di salita all’interno di una delle faggete più estese e affascinanti d’Europa sino agli oltre 1000 metri di altitudine del Colle del Melogno. Da qui si può chiudere l’anello riscendendo direttamente a Finale Ligure tramite Gorra (SP490) oppure giungervi, allungando di qualche km, attraverso Calice Ligure o Feglino (SP23), concedendosi una sosta all’ormai famosa ex Base Nato.

Distanza: circa 80 KM | Dislivello: 1.700 M D+
Periodo migliore: primavera / estate / autunno

Scarica la traccia

4 La Val Bormida

Anche in questo caso solo pochi chilometri sulla costa e da Toirano, attraverso la salita del Giovo, si pedala fino a Calizzano. Senza deviare in direzione Colle del Melogno si prosegue sino al bivio per Osiglia con il suo suggestivo lago artificiale a 700 metri di altitudine e da qui si continua a salire fino al Colle della Baltera. Il mio consiglio a questo punto è di scendere nel piccolo centro abitato di Bormida e, dalla frazione Piano Soprano, risalire al Colle del Melogno attraverso 6 km di salita divertente e a tratti impegnativa caratterizzata da una costante molto interessante: la quasi totale assenza di traffico. Una volta giunti alla fine dell’ascesa, così come per il precedente anello, si può fare ritorno a Finale Ligure attraverso Gorra (SP490) o attraverso Calice Ligure o Feglino (SP23).

Distanza: circa 100 KM | Dislivello: 2.000 M D+
Periodo migliore: primavera / estate / autunno

Scarica la traccia

Qualche sosta interessante

  • Godersi il tramonto da Piazza Sant’Agostino a Verezzi dopo aver visitato l’incantevole Chiesa di San Martino del XVII secolo e quella di Sant’Agostino del Trecento.
  • Visitare Castelvecchio di Rocca Barbera, il caratteristico borgo sentinella della Val Neva.
  • Visitare l’Ex Base Nato di Pian dei Corsi tra rovine, murales e il moderno parco eolico.
  • Concedersi una sosta golosa gustando il delizioso gelato di Pinotto a Calizzano.
  • Tuffarsi nelle acque cristalline della Baia dei Saraceni a Varigotti.
  • Terminare una giornata sui pedali con un aperitivo a Finalborgo tra ciclisti, climbers e amanti dell’outdoor.

Leggi anche Italia, Francia, Spagna: sulle rotte del Mediterraneo in bici

ebook

La tua prossima destinazione per le vacanze in bicicletta la trovi tra gli ebook gratuiti di Bikeitalia
scarica ora

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *