MENU
viaggi girolibero

Giacca autunnale Pedal ED Tokaido: first ride

Recensioni e Test • di

Il marchio italiano Pedal ED si è distinto nel corso degli anni per la realizzazione di prodotti di alta qualità, uniti a una notevole praticità. Le esperienze vissute durante le gare di ultracycling come la Transcontinental Race e la Silk Road hanno sicuramente aiutato il marchio a svilippare capi che fossero comodi da indossare protettivi e poco ingombranti. E’ il caso della giacca autunnale Tokaido. Si tratta di un capo leggero, un antivento caldo, ricoperto all’interno da uno strato di Polartec Alpha, un materiale isolante e traspirante, che consente di rimanere caldi senza inzupparsi di sudore.

Come si presenta

La giaccia in test è di color prugna,minimale, con il logo Pedal ed sul cuore.

Si chiude con una zip sulla parte anteriore, sotto la quale si trova una lunga striscia di stoffa che protegge ulteriormente dal vento che può penetrare attraverso la lampo.

Le maniche lunghe si chiudono sul polso con un elastico e una fettuccia, per infilarsi sotto i guanti e non lasciar scoperti i polsi. Anche la parte inferiore è dotata di un elastico per aderire in vita.

All’interno la giaccia è completamente foderata di Polartec Alpha, un materiale nero, simile a una “lanetta”, pensato per offrire calore e isolamento termico. Posteriormente sono presenti due grandi tasconi dove inserire documenti e telefono, senza chiusura.

La giacca non ha bande riflettenti (a parte due fettucce posteriori) e si può arrotolare su sé stessa all’interno di una tasca posta nella parte inferiore della stessa, per poterla poi inserire nello zaino o nella borsa da bikepacking. La taglia in prova era una M.

Il nostro test

Abbiamo utilizzato la giaccia Tokaido durante un’uscita di 3 ore in mtb, con partenza alle 5;30 del mattino. La giornata doveva ancora iniziare, era molto buio e la temperatura era di 5°C. Al di sotto della giaccia ho indossato un base layer di lana merino e dei pantaloncini con fondello corti. La sensazione che si ha subito, quando si indossa la giacca, è di calore. Il Polartec è molto avvolgente e restituisce immediatamente una sensazione di caldo e di isolamento termico.

Questa sensazione si ha sia su tutta la parte del tronco ma soprattutto sulle braccia, che dopo le mani sono le prime a perdere sensibilità quando fa freddo. L’indossabilità è buona, anche se la giacca è molto aderente, per cui è meglio prendere una taglia in più nel caso si abbia un po’ di “pancetta”. A livello di protezione dal vento, lo strato esterno isola molto bene e non si hanno problemi o brividi improvvisi da raffreddamento. L’elastico in vita aderisce bene ai pantaloncini e non fa passare il freddo.

Dopo qualche chilometro, nonostante il calore del corpo sia aumentato, non ho provato una sensazione di accaloramento e mi è sembrato che la temperatura all’interno della giacca rimanesse costante. Dopo aver fatto i primi chilometri su asfalto ho iniziato il trail, che presentava fango e pozzanghere. La giacca resiste bene agli schizzi di fango, così come all’acqua sollevata dalla ruota quando si passa sull’erba bagnata. Anche dopo strappi a intensità elevata non ho mai avvertito un cambio di temperatura del mio corpo.

I tasconi posteriori sono molto comodi per poter raggiungere con facilità barrette e smartphone anche con i guanti ma la mancanza di una chiusura mi ha fatto tremare più volte quando ho effettuato passaggi tecnici, per paura di perdere qualcosa.

Al ritorno dall’uscita ho tolto la giacca, che nonostante i chilometri percorsi e il sudore non presentava odori sgradevoli ed era rimasta asciutta all’interno. L’ho così ripiegata su sé stessa e inserita nell’apposita tasca, un’operazione che richiede 30 secondi di tempo. Una volta richiusa la giacca ha un diametro di circa 10cm, per cui non si può riporre in una comune borsetta sottosella ma entra benissimo in uno zaino o in una borsa da Bikepacking da sella o da manubrio. Nelle borse da telaio rischiate di aumentare la sporgenza e toccare con la parte interna delle ginocchia, per cui sconsiglio di riporla in quella zona.

Concludendo

La giacca Tokaido Pedaled è sicuramente un prodotto adatto alle mezze stagioni, quando si parte con il freddo e si torna con una temperatura più mite. Inoltre permette di proteggersi dal vento e dall’acqua, mantenendo sempre una temperatura costante. Anche quando mi fermavo per due o tre minuti per fare qualche foto, non ho mai provato freddo né sentito l’aria insinuarsi sotto la pelle, per cui posso dire che la Tokaido è una giacca davvero protettiva e calda. I tasconi posteriori sono molto ampi ma la mancanza di una cerniera di chiusura può far venire qualche attimo di paura se fate mtb su sconnesso. Inoltre la mancanza di bande riflettenti penalizza un po’ se uscite con il buio e dovete attraversare strade poco illuminate. Per il resto un prodotto sicuramente ottimale per proteggersi dal freddo delle mezze stagioni e anche dell’inverno, se corredato da strati inferiori più caldi.





Comments are closed.