A Londra si cerca un nuovo sponsor per il bike sharing

17 Dicembre 2013

La banca Barclays ha deciso di terminare il suo accordo di sponsorizzazione per il bike sharing londinese, e pagherà alla città di Londra solo metà dei 50 milioni di sterline su cui si basava l’accordo iniziale.

bike-sharing-londra-barclays

La notizia è emersa sulla stampa inglese nei giorni scorsi. Fin da quando il servizio di bike sharing della capitale britannica è stato lanciato, nell’estate del 2010, le “Boris bikes” sono state caratterizzate dai colori blu di Barclays. Il sindaco di Londra Boris Johnson aveva promesso che il servizio non sarebbe costato nulla ai cittadini. In realtà pare che i soldi derivanti dalla sponsorizzazione, sommati a quelli del prezzo del servizio, non coprano che la metà dei costi.

Anche per questo motivo l’accordo di sponsorizzazione con Barclays è stato duramente criticato da diverse parti: la somma di 50 milioni di sterline in 5 anni sembrava infatti troppo bassa, per una presenza così capillare del marchio Barclays nelle strade della capitale, su bici usate da cittadini e turisti. A peggiorare le cose c’erano gli stretti rapporti fra Johson e il chief executive della banca, Bob Diamond, costretto a dimettersi l’anno scorso in seguito a uno scandalo finanziario.

Se l’accordo era così vantaggioso per la Barclays, perché la banca ha deciso di ritirarsi? Probabilmente il motivo viene dai recenti tragici fatti di cronaca, che hanno fatto registrare la morte di diversi ciclisti a Londra, alcuni dei quali proprio in sella alle bici del bike sharing. In ogni caso, nelle scorse settimane i dirigenti di Barclays hanno incontrato quelli di Transport for London (Tfl), l’agenzia per la mobilità londinese, informandoli che la banca non intende esercitare l’opzione per il rinnovo per altri tre anni dell’accordo di sponsorizzazione. Dall’agosto del 2015 le bici del bike sharing cambieranno pelle, sempre che Tfl riesca a trovare un nuovo sponsor.

Queste notizie emergono solo pochi giorni dopo la pubblicazione dei risultati di uno studio comparativo dei sistemi di bike sharing delle maggiori città mondiali. Quello di Londra risulta essere fra i meno usati e tra i più costosi: ogni bici infatti viene usata in media solamente tre volte al giorno. Per avere un termine di paragone, le bici del bike sharing parigino vengono usate 6 volte al giorno; quelle di Barcellona, ben 10 volte al giorno. Anche per questo motivo, il costo (della gestione del servizio, non il prezzo del noleggio) a Londra è fra i più alti: 4,80$ a viaggio per bici, cifra che a Barcellona scende a 86 centesimi.

Per il sindaco di Londra non si tratta di una buona notizia, in un momento in cui Johnson sta cercando di proporsi come candidato alla leadership nazionale del partito conservatore, in vista delle elezioni che dovranno tenersi entro la primavera del 2015.

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.799
Acquista
Meccanica Base 1
199
Acquista
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti