Girolibero cerca collaboratori

20 Febbraio 2014

Girolibero è uno dei leader del mercato italiano per l’organizzazione di vacanze facili in bicicletta. Al momento è alla ricerca di due figure professionali da inserire all’interno del proprio organico per accompagnare i turisti nei tour nel nord-est d’Italia e in Francia.

girolibero

PRIMO ANNUNCIO

Cerchiamo una persona che possa entrare nel team che si occupa della logistica del nostro tour in bici VENETO e BOLZANO-VERONA-VENEZIA Il lavoro consiste nel trasportare valigie e biciclette alla guida di un furgone, 6 gg su 7gg. il giorno di riposo è infrasettimanale. Lavoro stagionale, da aprile a fine ottobre, nessuna possibilità di ottenere giorni di ferie tranne i riposi. E’ richiesta la flessibilità di orario.

Caratteristiche:
– età massima 40 anni
– patente B
– esperienza di guida
– conoscenza meccanica di una bici
– conoscenza buona dell’inglese e meglio se anche del tedesco
– residente in Vicenza o zona limitrofa

Se interessati e possedete questi requisiti, scrivete a [email protected] mandando cv con foto.

SECONDO ANNUNCIO

Cerchiamo una persona che possa occuparsi della logistica di uno dei nostri due tour in Francia “CASTELLI DELLA LOIRA” o “PARIGI LONDRA”. Il lavoro consiste nel trasportare valigie e biciclette alla guida di un furgone mentre i clienti pedalano, accoglienza clienti, manutenzione meccanica delle bici 6 gg su 7gg. Periodo da aprile a fine ottobre, nessuna possibilità di ottenere giorni di ferie. E’ richiesta un’estrema flessibilità di orario.

Caratteristiche:
– età massima 40 anni
– patente B
– esperienza di guida
– buona conoscenza meccanica di una bici
– conoscenza ottima dell’inglese, del francese e meglio se anche del tedesco
– residente in Vicenza o zona limitrofa

Se interessati e possedete questi requisiti, scrivete a [email protected] mandando cv con foto

Commenti

3 Commenti su "Girolibero cerca collaboratori"

  1. Danx ha detto:

    Boh.. quando un hobby diventa professione, di lati positivi non ce n’è manco mezzo mi sa.

    1. Alessandro Micozzi ha detto:

      E chi l’ha detto scusa? Cosa dovrebbe essere il lavoro, per forza qualcosa che non piace?
      Fortunato chi per mestiere fa qualcosa di cui è anche appassionato.

  2. Matteo ha detto:

    A fronte delle richieste scritte, che non sono poche (anche se motivate dal tipo di lavoro stagionale) sarebbe stato corretto scrivere anche la retribuzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti