“Portala fuori”: VeloLove fa uscire le bici dalle cantine

6 Maggio 2015

velolove-portala-fuori
L’arrivo della bella stagione fa registrare puntuale un’ondata di nuovi ciclisti in molte città italiane. Spesso la decisione di (ri)mettersi in sella è accompagnata da una serie di dubbi e uno molto frequente di questi riguarda la scelta della bici. Ma non è detto che quella bici giusta vada cercata per forza in negozio perché, a quanto pare, in cantine, sottoscala e garage italiani giacciono circa 25 milioni di biciclette praticamente inutilizzate ed è assai probabile che molte, dopo una veloce regolazione di cambio e freni e una gonfiatina alla gomme, siano in ottime condizioni per poter tornare a circolare in strada.

È questo il tema di “Portala fuori”, una delle numerose iniziative del Festival del Ciclismo Urbano VeloLove, che parte nella Capitale con il patrocinio dall’ente Roma Servizi per la Mobilità. Per facilitare la “liberazione” delle bici impolverate dimenticate in cantina, sono state coinvolte alcune ciclofficine popolari, bike rental e negozi di Roma che per l’occasione forniranno alcuni servizi per la manutenzione delle bici gratuitamente o a prezzo agevolato. In particolare le ciclofficine offriranno, oltre al consueto supporto di assistenza alle riparazioni, anche parti di ricambio usate qualora sia necessaria una sostituzione di esse.

Sono due i negozi che aderiscono all’iniziativa: Zio Bici di via Adriano Balbi al Pigneto e Il Biciclettaro di via Urbana a Monti. Presso di loro –  solo nella giornata dell’8 maggio – sarà possibile far fare un check-up completo alla bici (comprendente regolazione di cambio e freni, controllo di camere d’aria e copertoni e lubrificazione della catena) a soli 5 euro. Un’occasione quasi unica per ridare vita al proprio mezzo trascurato. I bike rental aderenti, infine, offriranno particolari sconti per il noleggio bici ai partecipanti a una delle tre GraBike in programma domenica 17 maggio, un altro evento targato VeloLove.

Gli organizzatori del Festival del Ciclismo Urbano ricordano inoltre che è anche possibile “sbarazzarsi” della propria bici donandola a una ciclofficina popolare, dove verrà rimessa a posto e soprattutto donata a qualcuno che ne ha bisogno (ad esempio chi ha appena subìto un furto). A questo link è possibile consultare la mappa delle ciclofficine popolari romane, bike rental e negozi aderenti all’iniziativa.

L’iniziativa “Portala Fuori” sarà accompagnata da una campagna pubblicitaria – realizzata dall’agenzia creativa Mallet Studio di Firenze – per invitare le persone a usare la bici come mezzo di trasporto urbano, che prenderà spunto da alcune campagne sociale di successo in città come Monaco, Malmö, Siviglia o Groningen.

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.899
Acquista
Meccanica per bici da corsa e gravel
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti