Case cantoniere gratis per progetti di cicloturismo: è Valore Paese – Cammini e Percorsi

12 Maggio 2017

Hai meno di 40 anni, e vorresti lavorare nel settore del cicloturismo? Buone notizie in arrivo. Il Demanio infatti, insieme ad Anas e ad alcuni Enti Territoriali, metterà a disposizione più di 100 immobili attualmente inutilizzati. Gli immobili dovranno essere destinati alla trasformazione in strutture di accoglienza o di fornitura di servizi per chi si sposta in maniera lenta (a piedi o in bicicletta).
casa cantoniera

Il progetto, dal nome Valore Paese – Cammini e Percorsi, è stato presentato dall’Agenzia del Demanio insieme al Mibact e al Mit, ed è parte del Piano Strategico del Turismo e del Piano Straordinario della Mobilità Turistica. Prevede il riutilizzo di case cantoniere, locande, piccole stazioni, torri, monasteri.

Potranno partecipare operatori privati o imprese, cooperative o associazioni composte in prevalenza da giovani under 40. Alcune strutture (l’elenco dettagliato è disponibile nella pagina linkata qui sopra) sono in stato di abbandono, se non in rovina, e andranno quindi ammodernate. Si trovano lungo alcune delle principali direttive cicloturistiche, attuali e potenziali, come la Via Francigena, il Cammino di San Francesco, il Cammino di San Benedetto o la Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese.

mappa immobili demanio per cicloturismo

Il bando per la concessione gratuita (9 + 9 anni; alcuni immobili verranno invece dati in concessione di valorizzazione fino a 50 anni) sarà pubblicato dal Demanio entro l’estate. Si prevede di pubblicare bandi simili anche nel 2018 e nel 2019, dando ogni volta in concessione circa 100 immobili. Per sostenere le associazioni o aziende che si vedranno assegnare queste strutture, il Mibact mette sul piatto 3 milioni di euro (divisi in altri 4 bandi) per forme di tutoraggio entro i primi 2 anni di attività.

L’agenzia del Demanio ha dato il via a una consultazione pubblica online aperta a tutti, per raccogliere idee su come riutilizzare gli immobili in questione; sarà attiva fino al 26 giugno.

Nel commentare questo annuncio, il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio ha affermato: “Le grandi infrastrutture sono anche i cammini e le ciclovie: per questo abbiamo già finanziato quasi 100 percorsi, perché sono un altro modo di sviluppare turismo ed economia, grazie alla nascita di nuove attività imprenditoriali. Inoltre hanno dei costi che si ammortizzano velocemente”; ha aggiunto inoltre che è necessario che “anche la mobilità sia al servizio del turismo. Non manca la domanda di un turismo di qualità, è l’offerta che deve adeguarsi”. Il turismo lento, i cammini e i percorsi ciclopedonali sono ormai un brand di moda che possiamo abbinare a immobili di vario genere, dai castelli alle case cantoniere, proprio per permettere investimenti adatti a tutti, anche ai giovani”, ha detto Roberto Reggi, direttore dell’Agenzia del Demanio

Commenti

4 Commenti su "Case cantoniere gratis per progetti di cicloturismo: è Valore Paese – Cammini e Percorsi"

  1. Francesco Zaramella ha detto:

    Dicevano che ti inserivano nella mailing list automaticamente dopo la domanda online.
    Ci sono degli eventi tra 4 giorni, se non andavo sul sito non lo sapevo.
    Le Divin Panzane

  2. Francesco Zaramella ha detto:

    “I giovani imprenditori under 40?”
    Ma di cosa stiamo parlando?
    Li daranno ai figli degli amici

  3. Francesco Zaramella ha detto:

    Ma bisogna essere una Cooperativa o Ente per avere la concessione gratuita?!?
    Che senso ha tutto questo?
    Sarebbe questa la trasparenza?

  4. rosario ha detto:

    ….leggendo attentamente si resta un po’ perplessi….3 milioni di euro sembrano davvero pochini per strutture che -stando a quanto da voi scritto nell’articolo- sono in stato di abbandono o rovina…
    ancora di piu’ il progetto -davvero bello come idea- sembra irrealizzabile poiché notoriamente, chi viaggia a piedi o in bicicletta impegna solitamente risorse limitate quindi….i gestori delle strutture avrebbero seri problemi a far quadrare i conti……
    anziché buttare soldi per progetti che non portano nulla, cari signori politici investite in un progetto (questo descritto nell’articolo!!!) che creerebbe qualche posto di lavoro e soprattutto incrementerebbe un turismo non invasivo per l’ambiente…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultimi articoli

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti