MENU
fancy women bike ride 2019

Bike Pride 2017 a Torino: pedalando fuori dai luoghi comuni

News • di 29 Giugno 2017

I falsi luoghi comuni sulla bici sono tanti, e ancora troppo diffusi. Riguardano sia la popolazione (ad es. “in bici si respira maggiormente l’inquinamento”) sia i decisori politici (ad es. “investire sulla bicicletta porta pochi vantaggi”). L’edizione 2017 del Bike Pride di Torino è dedicata proprio a sfatare questi luoghi comuni, con una serie di infografiche che verranno stampate e distribuite in questa occasione.

bike pride 2017

Bike Pride è però prima di tutto una grande festa, una parata di ciclisti libera e aperta a tutti che sfilerà per le vie di Torino domenica 2 luglio, a partire dalle 15,30; appuntamento al Parco del Valentino. Un evento che serve a ricordare al comune che i ciclisti che si spostano in città ogni giorno, per andare a lavorare, a studiare o a svagarsi, sono tanti, e hanno anche loro il diritto a utilizzare le strade in sicurezza e in libertà. E che far aumentare il numero delle bici conviene a tutti, nonostante, per l’appunto, tutti i falsi luoghi comuni.

“I falsi miti sulla bicicletta sono duri a morire – spiega Fabio Zanchetta, presidente di Bike Pride Fiab Torino – si autoalimentano e si diffondono creando disinformazione e scetticismo su un mezzo come la bicicletta che può portare solo benefici ambientali ed economici, per la salute di chi la usa e per la città. Nelle ultime settimane, aspettando il “Bike Pride”, abbiamo giocato sulle convinzioni più diffuse e sbagliate, dal “con la macchina faccio prima!” al “in bici respiro tutto l’inquinamento!” o “Investire sulla bicicletta porta pochi vantaggi..”. Tutti pregiudizi che vogliamo spazzare via con dati, statistiche ed esempi italiani ed esteri.”

Alla presenza degli assessori Montanari, Lapietra e Unia, Bike Pride ha presentato le richieste dei ciclisti per rendere Torino una città sempre più a misura di persona.

“Con questa edizione – spiega Fabio Zanchetta – vogliamo chiedere un’azione simbolica ma concreta che dimostri in modo inequivocabile l’indirizzo e la direzione di questa amministrazione, che ad oggi, a distanza di un anno, non ha ancora avviato alcun programma. Chiediamo una sperimentazione impattante di “living streets”: una serie di interventi a bassissimo costo per rendere uno spazio pubblico (un controviale o un’area di quartiere come San Salvario o Vanchiglia) più vivibile, sicuro e attrattivo per le persone e meno fruibile dalle auto. Un’azione nuova, non pensata per ciclisti, ma per tutta la collettività, per il tessuto commerciale e abitativo della città, già ampiamente sperimentata in tutta Europa con comprovati risultati positivi.”

Bike Pride ha preparato anche una precisa proposta politica (pdf), per la lettura di cittadini e amministratori. Un agile documento che in poche pagine presenta alcune best practices europee e invita il comune ad adottare quattro semplici azioni:

1) Meno parcheggi a rotazione e più parcheggi ad uso esclusivo dei residenti e dei lavoratori o del commercio. Questo per non appesantire le strade con il traffico di automobili alla sola ricerca di parcheggio
2) Pedonalizzazioni lampo e sperimentali, da realizzare con mezzi semplici e poco costosi. Lo scopo è quello di fare da deterrente al traffico di attraversamento, realizzando allo stesso tempo vivibili isole di quartiere. Dopo 6 mesi si potrebbero notare costi e benefici
3) Istituzione delle regole che caratterizzano gli spazi condivisi, mettendo al centro le persone e non più le auto
4) Alcuni interventi infrastrutturali nelle aree in cui sono più necessari.

superilla

L’evento è organizzato da Bike Pride Fiab Torino, con il Patrocinio del Comune di Torino.

Sostenuto da Norauto, Triciclo, Bike ID, Bicyclope e Sunrisebikeride.

Appuntamento quindi domenica 2 luglio alle 13 al Parco del Valentino per visitare gli stand di Bike Pride e degli sponsor. Alle 15,30 partenza della parata, un percorso di 13 km alla portata di tutti, con le strade della città che verranno gradualmente chiuse al traffico. Rientro al parco previsto per le 17,30.

percorso bike pride 2017







Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *