MENU
viaggi girolibero

Olanda, Belgio e Danimarca per le vacanze in bici

News • di 6 Luglio 2018

“La bicicletta è una cosa seria”: questo viene da pensare a chiunque visiti questi tre paesi. Qui ricevono la stessa attenzione tanto i residenti che tutti i giorni si spostano sulle due ruote, quanto i turisti che li hanno eletti “paradiso” delle piste ciclabili.
Una rete di percorsi perfettamente mantenuti e segnalati, talmente fitta da rendere quasi “difficile” la vita del turista: quale itinerario scegliere?

belgio

Qual è la più ciclabile?

Secondo il Copenhagenize Index, l’istituto che raccoglie ogni anno i dati relativi a 150 città, la più ciclabile del mondo è Copenaghen, che precede addirittura Utrecht e Amsterdam. Nel complesso la vittoria va sicuramente a questo angolo di Nord Europa che conta 5 città nelle prime 8 posizioni!

Olanda

olanda

16 milioni di abitanti, 18 milioni di biciclette.

Come si è arrivati a questo risultato? All’ “invasione” delle auto negli anni ’60 del boom economico, è seguita un’inversione di tendenza dovuta alla crisi petrolifera dei primi anni ’70 e alla protesta della popolazione per i numerosi incidenti sulle strade. Da qui la risposta governativa: sono state progettate e costruite le meravigliose piste ciclabili che oggi conosciamo, pensate non solo per la fruizione quotidiana dei residenti, ma anche e già per fini turistici.

LF Olanda

LF Routes: le Landelijke Fietsroutes sono le ciclabili a lunga percorrenza che attraversano città e campagne d’Olanda, sconfinando in Belgio, Germania e Gran Bretagna. La rete delle LF Routes si sviluppa per circa 4.500 km, perfettamente segnalati da tabelle di colore bianco/verde. L’incrocio tra una rotta e l’altra genera i cosiddetti Knooppunte, crocevia numerati e indicati su mappe e tabelle: se sceglierete uno dei tour in Olanda o Belgio in libertà, vi orienterete grazie a questi, elencati anche nel materiale informativo che vi forniremo prima di partire.

Belgio

Ciclabili per buongustai

belgio

Il Belgio ha aderito al progetto Olandese della rete ciclabile e questo sta portando ottimi risultati, facendolo rientrare nella top 10 della ciclabilità europea. Di sicuro uno dei tour più conosciuti è quello delle Fiandre che accompagna il turista da Bruxelles al cuore delle città fiamminghe. Dall’arte dei maestri fiamminghi a quella dei trappisti e dei maestri cioccolatieri, le Fiandre sanno prendere letteralmente per la gola il cicloturista, che in bici può permettersi anche qualche caloria in più!

Qualche idea di vacanza nelle Fiandre su Girolibero

Orgoglio nazionale dal 1913, il Ronde van Vlaanderen o Giro delle Fiandre, è l’evento ciclistico più atteso. Questa classica del ciclismo raduna gente di ogni età in un’atmosfera vibrante e in uno spirito goliardico. Il mito del Ronde si respira in ogni angolo e avventurarsi per muri e pavé come un vero Flandrien è un richiamo irresistibile per chiunque visiti questa regione del Belgio.

> Vacanze in bici da corsa su Girolibero Roadbike

Danimarca

Regno ciclabile di Danimarca

danimarca

Una nazione che di certo sa tener testa all’Olanda: Copenhagen è infatti al primo posto della classica del Copenaghenize Index e il paese conta oggi più di 12.000 km di piste ciclabili. Sono 11 gli itinerari nazionali a lunga percorrenza che coprono 4.000 km, sempre perfettamente segnalati da tabelle di colore bianco/blu. Impossibile perdersi!

Cargo Bikes

La vera passione dei danesi

Provate a immaginare una bici per trasportare qualsiasi cosa e… di sicuro, in Danimarca la troverete! I danesi amano le Cargo Bikes, le biciclette dove trasportano persone, animali, borse della spesa, cassette di birra… Di certo l’uso di queste speciali bici da carico è favorito dalla presenza di corsie ciclabili anche nei centri città e potrà stupirvi osservare come mamme e papà accompagnino a scuola i figli: le cargo bikes sono pratiche e sicuramente divertenti!

> Qualche idea di vacanza in Danimarca su Girolibero

Paesaggio e aria aperta

Un altro elemento che accomuna questi paesi: il cielo del nord, intenso, cangiante, terso, cupo, dove l’aria è frizzante, umida, fresca e rigenerante. Ecco alcuni degli itinerari che vi consigliamo per godere il fascino della natura affacciata sul Baltico e sul Mare del Nord.

Olanda: Amsterdam e la rotta Nord. Spiagge selvagge del Nord, l’isola di Texel, piccoli borghi e le vaste campagne sottratte alle maree. Da non perdere Zaanse Schans, la ricostruzione (ancora oggi abitata) di un villaggio del XVII e XVIII secolo.

Belgio: da Bruxelles a Bruges. Dalla capitale si pedala fino alla romantica Bruges con i suoi deliziosi canali, e poi su verso Ostenda, la principale località balneare della costa belga.

Danimarca: Copenhagen e il Mare del Nord: di sicuro quello che non mancherà mai sarà il blu del mare e l’armonia del paesaggio, disseminato di castelli e antichi insediamenti vichinghi. Un tour adatto sia agli adulti che ai bambini, qui i parchi divertimenti non mancano!

Olanda, patria del Bici e Barca

barca

Come tutte le idee “geniali” è bastato vedere le cose da un altro punto di vista, unire gli elementi e le potenzialità del territorio (una barca, una bici, un paese sottratto alle acque) ed ecco fatto il Bici e Barca!

L’idea è venuta poco più di vent’anni fa agli olandesi e il loro successo ha spinto molti altri a imitarli: itinerari in Bici e Barca sono ormai amatissimi anche in Belgio, Francia e… nella nostra Italia!

Se sei curioso di provare, o solamente di vedere dove si va, Girolibero Vacanze facili in bicicletta ha un bel po’ di percorsi che potrebbero interessarti.

Contenuto sponsorizzato







Una risposta a Olanda, Belgio e Danimarca per le vacanze in bici

  1. stefano ha detto:

    anche se siamo giustamente avvisati che questo è un articolo pubblicitario, confermo che è tutto vero. Quello che non viene detto però è che nell’ipotesi si progettasse una vacanza estiva in quei posti bisogna mettere in conto: 1-la pioggia che non vi abbandonerà, io sono stato due volte a fine luglio, piove spesso, fosse anche una spruzzata mattutina ma piove; 2-il vento, in certe zone onnipresente, e ti voglio a pedalare controvento con la bici carica, una delizia (ma almeno non si suda)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *