MENU

Ciclopista sospesa sul Lago di Garda: inaugurati i primi 2 km

News • di 17 luglio 2018

Sono stati inaugurati pochi gioni fa i primi 2 km di un’opera decisamente ambiziosa: la tratta sospesa della ciclopista che compirà il periplo del Lago di Garda.

ciclabile garda

A causa delle rocce e della volontà di non togliere spazio alle automobili, l’unica soluzione possibile, in molti tratti, era realizzare una ciclopista sospesa. La roccia viene prima pulita e poi penetrata da lunghe assi in acciaio che sorreggono la struttura.

I costi sono quindi decisamente alti, e i tempi lunghi. Il primo tratto così realizzato, di soli 2 km è costato ben 7,5 milioni di euro; si trova nel territorio del comune di Limone sul Garda, e va a unirsi a un tratto di 4 km già esistente. Per completare l’intera ciclovia saranno necessari almeno 100 milioni di euro e altri 3 anni (fine lavori prevista è infatti per il 2021).

La ciclopista sospesa è larga due metri e mezzo, ed è aperta anche ai pedoni: c’è il rischio quindi che si creino conflitti fra ciclisti e pedoni. Con un limite di velocità massimo di 10 km/h, la ciclopista sarà usata prevalentemente dai turisti.

L’inaugurazione di questa prima, brevissima tratta è stata annunciata con toni trionfalistici dalla stampa nazionale; noi preferiamo aspettare di vedere l’intera ciclopista costruita per festeggiare. Complimenti comunque al comune di Limone sul Garda che ha completato il suo tratto della ciclopista.

2 Risposte a Ciclopista sospesa sul Lago di Garda: inaugurati i primi 2 km

  1. filippo ha detto:

    Visto casualmente il servizio di stampo prettamente estivo/trionfalistico con punte ridicole del tipo “la ciclovia più bella d’Europa!!!”, come sempre non riusciamo a guardare oltre la punta dei nostri piedi.
    Vedremo cosa e quando ne uscirà qualcosa…

  2. Ciclista Sdraiato ha detto:

    Preparo i popcorn per quando quella struttura avrà bisogno di manutenzione, sia ordinaria che straordinaria: all’orizzonte vedo un bel rimbalzone di competenze e responsabilità tra le Regioni interessate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter


Privacy