FIAB, grazie alla Bike Challenge milanese pedalati 330mila chilometri

27 Gennaio 2020

Milano: nuovi ciclisti urbani in città grazie alla sfida all’insegna del bike to work. Si terranno giovedì 30 gennaio alle ore 19.30 le premiazioni dei vincitori della Bike Challenge milanese organizzata da FIAB (Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta). L’appuntamento in cui le aziende del territorio si sfidano a colpi di pedale si tiene ormai da 5 anni e con la cerimonia di chiusura si archivierà ufficialmente l’edizione 2019.
A presentare la serata del 30 Gennaio presso Hug Milano in Via Venini 83 ci saranno Paola Piacentini e Giorgia Battocchio, conduttrici della trasmissione Cosa ne BICI? in onda ogni mercoledì su Radio Popolare.

I partecipanti dell’anno appena trascorso sono stati in totale 1.300, con oltre 130 aziende del Comune e dell’Area Metropolitana di Milano coinvolte nella sfida. FIAB tiene a sottolineare che l’obiettivo dell’iniziativa non è sapere quale azienda ha pedalato di più, ma quanto spesso i lavoratori hanno scelto la bici rispetto ad altri mezzi di trasporto.

La Bike Challenge oltre a promuovere i benefici del bike to work tra i dipendenti è un’iniziativa che ha l’obiettivo di diffondere buone pratiche dentro i luoghi di lavoro, dove a volte, basta solo il buon esempio per dimostrare quanto faccia bene la bicicletta. Del resto, sono sempre di più le imprese e le università che studiano soluzioni sostenibili per far muovere i propri dipendenti.

Tirando le somme dell’edizione 2019 si scoprono 332.572 chilometri complessivi percorsi in 25.326 pedalate con un risparmio in termini di emissione di CO2 di oltre 27 tonnellate (per le precisione 27.558 kg, ndr). Le persone che non avevano mai utilizzato la bicicletta per recarsi al lavoro e che hanno sperimentato il bike to work per la prima volta sono state 123.

Riconoscimenti verranno assegnati anche alle aziende che hanno messo in sella la maggiore percentuale di lavoratori, e alle realtà che hanno saputo invogliare chi non è abituato ad usare la bicicletta. Infine la Bike Challenge premierà i migliori “ambasciatori” delle due ruote.

Tra i primi classificati con oltre 2.000 dipendenti troviamo:

Al primo posto il Politecnico di Milano, seguito da STMicroelectronics Agrate e dall’Università degli Studi di Milano.

Tra i primi classificati con un numero di dipendenti compresi tra i 500 e 2000 troviamo:

Al primo posto Gruppo CAP Milano, seguito da Pirelli e da Publicis Groupe.

In ultimo, tra le aziende minori è interessante segnalare la performance del Comune di Desio, di Fondazione Cariplo e di tanti altri che potete trovare qui. 

Il presidente FIAB, Alessandro Tursi, commenta così il senso dell’iniziativa: «Oltre ai benefici personali in termini di salute e risparmio, il muoversi in bicicletta contribuisce a ridurre i problemi di traffico e smog nelle nostre città, a ridurre l’occupazione del suolo pubblico e il rischio di incidenti stradali».

La consigliera nazionale FIAB Valeria Lorenzelli, responsabile Bike Challenge dal 2015, sottoscrive e rilancia: «La premiazione dei vincitori della Bike Challenge 2019 è una buona occasione per puntare i riflettori sul tema del cambiamento di abitudini quotidiane delle persone. Scegliere un modello diverso di mobilità nelle nostre città è quanto mai urgente e il cambiamento passa anche attraverso l’impegno di ognuno di noi nel quotidiano, come hanno fatto i nostri “ambasciatori della ciclabilità” prendendo parte a questa divertente sfida».

Corso correlato

Masterclass in Meccanica Ciclistica
1.499
Acquista
Meccanica Base 1
149
Acquista

Commenti

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti