Bici

“Pedaliamo per l’acqua”: il progetto per educare alla cultura della sostenibilità

“Pedaliamo per l’acqua”: il progetto per educare alla cultura della sostenibilità

Riceviamo e volentieri pubblichiamo l’iniziativa “Pedaliamo per l’acqua”, un evento per educare alla cultura della sostenibilità che la docente Rita Sozzi – alias una volpe a pedali – ha organizzato nella scuola dove lavora in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua, mercoledì 22 marzo. L’intera secondaria di I grado di Sedriano (MI) trascorrerà tutta la giornata di scuola in sella, alla scoperta del territorio, dove si vedono, purtroppo, chiaramente gli effetti del cambiamento climatico, soprattutto per quanto concerne la siccità.

A pedalare saranno più di 400 persone, tutte in bici, tra alunni, docenti, famiglie e associazioni che supportano l’iniziativa, patrocinata da Fiab Lombardia insieme con numerosi altri enti attivi nella tutela dell’ambiente e nella promozione della mobilità sostenibile. Nel presentare l’iniziativa la professoressa Sozzi sottolinea che: “Personalmente da dieci anni mi sposto e viaggio quasi solo in bici, ma ora non si tratta di un’impresa o della scelta di un singolo: questo è un modo nuovo di fare educazione civica”.

La Giornata Mondiale dell’Acqua

Di seguito pubblichiamo la presentazione dell’evento che sarà realizzato il 22 marzo 2023, in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua.

Pedaliamo per l’acqua: l’evento in programma per mercoledì 22 marzo 2023, in occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua

Pedaliamo per l’acqua | 22 marzo 2023

Educare alla cultura della sostenibilità è, ora più che mai, una priorità; la scuola deve farsi protagonista del cambiamento, affinché siano i giovani a coltivare il seme del rispetto e della salvaguardia del nostro pianeta, del nostro futuro. Gli effetti del mutamento climatico sono purtroppo ormai evidenti anche sul territorio e nella quotidianità di ciascuno di noi. Poiché non vogliamo arrenderci all’idea che ormai sia troppo tardi, stiamo coinvolgendo studentesse e studenti in un grande progetto di approfondimento e sensibilizzazione alle tematiche ambientali, che non siano solo una riga sul libro di educazione civica ma impegno e consapevolezza concreti. In un periodo di proteste anche distruttive, abbiamo quindi pensato di proporre ad alunne ed alunni un gesto simbolico, costruttivo, positivo, che abbia al centro proprio il nostro territorio e ne valorizzi la bellezza paesaggistica e culturale.

Alunni, docenti e personale tecnico in bici per l’acqua

Prendendo spunto dal lavoro del professor Pierangelo Russo, che ha tracciato nel naviglio di Bernate, in secca, alcune opere di land art che richiamano l’attenzione sull’importanza dell’acqua, abbiamo organizzato una manifestazione che coinvolge l’intera scuola secondaria. La data è il 22 marzo, giornata dell’acqua. L’idea è quella di portare gli alunni da scuola a Bernate Ticino, in bicicletta, lungo i percorsi ciclabili di cui il nostro territorio è, fortunatamente, ricco.

La scelta di usare la bici corrobora il progetto di una cultura della sostenibilità e permette ai giovani (alle loro famiglie, e a chiunque verrà a conoscenza dell’evento) di familiarizzare con il mezzo per la mobilità dolce per eccellenza, esplorando, oltretutto, la rete di vie protette dei nostri comuni. I partecipanti, che pedaleranno in un lungo corteo insieme ai docenti e alle associazioni, saranno vestiti di blu o azzurro: un vero e proprio fiume umano che irriga e rende fertile il tempo, oltreché lo spazio.

Programma e percorso

Alunni e docenti pedaleranno attraverso i Comuni di Sedriano, Arluno, Santo Stefano Ticino, Ossona, Marcallo con Casone, Boffalora sopra Ticino e Bernate Ticino, andata e ritorno, nell’arco di una mattinata (indicativamente dalle 8 alle 14). Per i dettagli del percorso, si allega una mappa con il tracciato esatto e l’elenco delle vie attraversate. A Bernate si svolgerà, dopo la merenda, un flash mob su coreografia del maestro Pierangelo Russo, che farà posizionare i ragazzi su una riproduzione di Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto, nel parco adiacente alla Canonica e permetterà loro di essere protagonisti dell’evento globale “Sentiero Rebirth Path”.

La manifestazione è aperta sia alle famiglie, sia ai membri delle associazioni e degli enti che vogliano unirsi, anche solo nel dirsi favorevoli a tale evento. Ogni contributo sarà prezioso. Ad oggi hanno risposto positivamente, oltre alle Amministrazioni e al Consorzio Navigli, Fiab Lombardia Legambiente Arluno, FAI, Parco Ticino, CAI Vittuone, Ecoistituto Est Ticino, Comitato intercomunale per la pace del magentino, Asd ciclistiche e associazioni ambientaliste locali. Tutta la manifestazione sarà ripresa e documentata in modo da produrre video e articoli da diffondere tramite stampa e media.

Si tratta di un progetto ambizioso e complesso dal punto di vista logistico. Tuttavia crediamo possa avere un valore inestimabile, soprattutto per i nostri ragazzi.

ebook

Ebook Mobilità Ciclistica
Scopri

Commenti

  1. Avatar Giovanni ha detto:

    Iniziativa fantastica!!! Complimenti davvero per l’idea e specialmente per essere riusciti a realizzarla in un paese che purtroppo, anche in ambito scolastico, spesso non si “distingue” per essere particolarmente attivo e sensibile verso queste tematiche!! Speriamo che si scateni lo spirito di emulazione e la voglia di fare di altri docenti, genitori, decisori e attivisti che vivono in queste zone (di cui faccio parte anch’io)….Grazie mille Rita Sozzi!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *