Mobilità

Pedalate in Faccia | TIR contromano e limiti di velocità in autostrada: il racconto di Stefano Boeri

Pedalate in Faccia | TIR contromano e limiti di velocità in autostrada: il racconto di Stefano Boeri

“Ho schivato un TIR che correva contromano. Io e la mia famiglia potevamo morire … ”. Così l’articolo pubblicato in prima pagina sul Corriere della Sera del 7 Agosto (online qui) circa il gravissimo pericolo corso dall’architetto Stefano Boeri qualche giorno prima sull’autostrada Genova-Milano.

TIR in autostrada (immagine di repertorio)
Un TIR in autostrada (immagine di repertorio)

L’articolo all’interno del quotidiano continua riportando, spero erroneamente, alcune sue dichiarazioni nelle quali spiega che stava viaggiando in corsia di sorpasso “… a 140 km/h” lungo una tratta “…molto trafficata” in quel giorno di esodo; aggiungendo anche che a bordo trasportava suo figlio, con la compagna incinta, e suo nipote di due anni e mezzo.

Ora proviamo a togliere da questa bruttissima storia il TIR contromano e accettiamo l’ipotesi che il giornalista non abbia travisato: resta un automobilista che viaggia con figlio, nuora e nipotino oltre i limiti di velocità consentiti in presenza di traffico elevato, pensando che sia tanto normale da raccontarlo in una intervista.

Anche così non mi sentirei tranquillo.

ebook

Ebook Mobilità Ciclistica
Scopri

Commenti

  1. Avatar Giovanni ha detto:

    Che un TIR contromano in autostrada è un pericolo ENORME nessuno lo mette in dubbio….
    Ciò che Don Alfio (a mio personalissimo parere) intende sottolineare è che anche sbattersene le balle dei limiti di velocità (e ammetterlo candidamente) con bimbi e donne incinte a bordo dovrebbe far pensare e non far stare troppo tranquilli….insomma è un po’ un atteggiamento da cogl!@$i anche quello…

  2. Avatar Mauro ha detto:

    Il sig. Severino sottolinea che sono più d’uno i ciclisti non rispettosi del codice della strada e condivido quanto lui afferma ma al contempo sono d’accordo con Don Alfio che sarebbe corretto da parte di tutti gli utenti della strada (in italietta purtroppo non accadrà mai) il rispetto delle norme stradali.

  3. Avatar severino ha detto:

    Caro Don Alfio,
    davanti ad un pericolo ENORME, come un TIR contromano, tu sfrugugli ipotizzando e quindi senza certezza alcuna che il Boeri è un folle irresponsabile perchè andava a 140 kmh, a bordo aveva minori, ecc..ecc…
    Fatti serio e guarda tra noi ciclisti come andiamo in giro: senza casco, senza luci posteriori ne anteriori, in doppia e anche tripla fila, svoltiamo a sx senza indicare la direzione, passiamo col rosso ed infine mandiamo a cag..e gli automobilisti che suonano il clacson.
    A volte stare zitti è meglio che sentenziare senza supporti oggettivi.
    Ciao.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *