Hiwwel-Route, la strada delle colline nella regione del Reno

hiwwel-route-germaniaQuello che andremo fra poco a descrivere è un bello e comodo percorso ciclabile nella regione del Reno. Parte da una piccola città chiamata Bingen, passa da Mainz (Magonza, capoluogo della Renania-Palatinato e famosa per il suo carnevale) e arriva fino a Worms, sede della Dieta (assemblea) presieduta da Carlo V che nel 1521 vide Lutero difendere le sue 95 tesi che diedero vita alla Riforma Protestante. Meno di 50 km separano, in linea d’aria, Bingen da Worms, ma il percorso, nel suo complesso, è lungo più del triplo: 165 km circa; il tracciato infatti, che ricorda una S rovesciata, segue il Reno nel primo tratto, per poi inoltrarsi nella campagna renana.
L’itineerario è generalmente segnato molto bene.

Questo “percorso delle colline” ha anche il vantaggio di essere ben collegato con altri percorsi ciclabili. Ciò può essere molto utile se si intede pianificare un viaggio più lungo alla scoperta della Germania. Le intersezioni con gli altri percorsi sono segnalate nei prossimi paragrafi, ma riportiamo qui uno specchietto riassuntivo per comodità:
Fra Bingen e Ingelheim il percorso coincide con quello della Rhein-Radweg (la pista ciclabile lungo il Reno), che si può raggiungere anche più avanti, da Mainz, o da Worms.

Fra Ingelheim-Nord e Heidenfahrt il percorso coincide con la Obstroute (il percorso della frutta)
Sempre a Ingelheim-Nord si può passare sulla Selztal-Radweg (la pista ciclabile della valle del Selztal)
Fra Harxheim e Koengerheim il percorso coincide con la Amiche-Radweg
In corrispondenza di Framersheim si pedala lungo la Muehlen-Radweg (la pista ciclabile dei Mulini)
Infine, fra Monsheim e Worms il percorso coincide con quello della Zellertal-Radweg (la pista ciclabile della valle del Zellertal)

foto_hiwwel

Prima tappa: Bingen – Mainz
Km: 0 → 49
Dislivello in salita: 230 m
Dislivello in discesa: 220 m

Il percorso inizia nella città di Bingen, e segue inizialmente la pista ciclabile lungo il Reno (Rhein-Radweg), dominata in questo tratto dalla enorme statua – sull’altro lato del Reno – eretta nel 1871 per celebrare la vittoria contro la Francia; si incontrano anche diversi porti in disuso e, poco più avanti, un ponte ferroviario distrutto durante la guerra; si arriva infine alla foresta di Rheinaue, che ricopre entrambi i lati del fiume.

Una volta superata Gau-Algheseim, si entra in un’area coltivata, con numerosi frutteti. Attraverso dei sentieri e delle strade lungo l’argine del fiume si arriva a Ingelheim-Nord, da dove è possibile, volendo, attraversare il Reno mediante un battello. Il percorso ciclistico invece devia verso sud, coincidendo in questo tratto con la Obstroute, per aggirare la città di Ingelheim e continuare lungo la valle del Selztal. All’altezza di Ober-Ingelheim, dopo una leggera salitella, si devia di nuovo verso nord, per poi continuare il percorso verso est, in direzione di Mainz.

Questo tratto è un falsopiano in leggera salita, che in corrispondenza di Heidesheim si fa un po’ più ripida per un tratto lungo circa 3,5 km, fino al borgo di Finthen, che è già praticamente nella periferia di Mainz; la fatica è però ricompensata da una bellissima vista sul Reno e le colline intorno.
Per raggiungere il centro di Mainz si seguono delle tranquille stradine lungo il torrente Gonsenheim, attraverso parchi e giardini; è solo a Mainz che il percorso assume un carattere urbano, ma il tratto finale verso la stazione ferroviaria, di 4 km, scorre comunque in gran parte su piste ciclabili.

Seconda tappa: Mainz – Woerrstadt
Km: 43 → 79 (36)
Dislivello in salita: 350 m
Dislivello in discesa: 250 m

Dalla stazione ferroviaria di Mainz, il percorso continua lungo piste ciclabili, dirigendosi verso sud. Rimaniamo in ambiente urbano fino a Bretzenheim; da qui si prosegue in costante ma non troppo impegnativa salita attraverso campi e fattorie fino a Ebersheim, dove ci aspetta uno strappo da 140 metri di dislivello, quota che si perde rapidamente due chilometri dopo con una veloce discesa.

I successivi 15 km sono in pianura, e scorrono fra Harxheim e Koengerheim lungo il percorso ciclabile “Amiche”, solitamente molto frequentato, ricavato da una ferrovia in disuso. Per 3 km si segue poi il percorso ciclabile della Valle Selztal; a Koengernheim il nostro “percorso delle colline” ridiventa autonomo, piegando decisamente verso ovest in direzione di Undenheim, città famosa per le sue belle case.

Lasciata Undenheim 4 km di paesaggi di campagna lungo la valle del torrente Goldbach portano a Gabsheim, dove inizia un’altra salitella (90 m di dislivello in 5 km), che finisce in vista di Woerrstadt. Da lì, la vista verso est, nella direzione da cui siamo venuti, si spinge fino alla valle del Reno, e alle fitte foreste dell’Odenwald; un’altra discesa ci porta nel centro di Woerrstadt, dove, attraverso le tipiche stradine della parte vecchia della città, si arriva alla stazione ferroviaria, nella parte nord.

Terza tappa: Woerrstadt – Alzey
Km: 79 → 119 (40)
Dislivello in salita: 530 m
Dislivello in discesa: 550 m

Da Woerrstadt si continua in direzione ovest (ma il percorso è relativamente tortuoso in questo tratto), prima in discesa verso Sulzheim, e poi in salita, breve ma ripida, lungo una collina coltivata a viti, fino a Rommersheim. C’è ancora un’altra collina da superare prima di arrivare a Wallertheim, nella valle del Wiesbach. Si raggiunge finalmente una zona pianeggiante in cima alla collina dello Schwarzberg (50 m di dislivello in 2 km), da dove la vista può spaziare in tutte le direzioni.

Si prosegue in discesa verso Gumbsheim e in seguito Woellstein, da dove il percorso cambia di nuovo azimuth, piegando decisamente verso sud, in direzione di Eckelsheim. Si continua lungo la stretta valle del Dunzelbach, attraversando Stein-Bokenheim, fino alla cittadina di Wonsheim che mantiene il suo antico aspetto. Da qui è necessario salire per 50 m, disposti lungo un solo chilometro (c’è un rifugio aperto a metà salita se si ha bisogno di riprendere fiato).

Una ripida e tortuosa discesa lungo la valle del Wiesbach porta a Wandelsheim, anche questa cittadina che conserva quasi intatto il suo centro storico. Si prosegue poi per qualche km in direzione nord-est per arrivare a Flonheim, attraverso strade secondarie lungo colline da cui si godono panorami spettacolari su tutta la valle, comprese delle cave di roccia arenaria con cui sono stati costruiti nei secoli passati tutti gli edifici più belli della regione.

A Flonheim, da dove ci si dirige di nuovo verso sud/sud-est, inizia la salita più ripida della tappa (180 m su 3 km, divisa in due sezioni, con pendenza massima al 10%). Delle belle stradine in discesa, fra colline e vitigni, portano all’antica città di Alzey.

Quarta tappa: Alzey – Worms
Km: 119 → 165 (46)
Dislivello in salita: 330 m
Dislivello in discesa: 430 m

Ad Alzey il percorso assume per pochi km la forma di una v rovesciata, dirigendosi prima verso nord e poi di nuovo verso sud-est con una salita (40 m di dislivello in 1,4 km). Arrivati con una divertente discesa a Framersheim – da dove il percorso coincide con il percorso ciclabile dei Mulini – si piega di nuovo verso sud-ovest, lasciando la valle del Selztal. Si sale di nuovo (60 metri su 2,4 km) verso Gau-Heppenheim e si riscende fino a Dautenheim.

Dopo un km, il percorso diventa un sentiero lungo una fattoria e sale (45 metri su 1,8km) verso Eppelsheim. Da qui, si pedala su una stradina asfaltata passando sopra l’autostrada. Si entra quindi nella parte sud della regione del Rheinhessen, famosa per la produzione di vino, all’altezza di Gundersheim. Oltre una collina c’è Bermersheim, da cui si continua lungo vigneti fino a Floersheim-Dalsheim, dopo la quale si trova un’altra salita (30 metri su 800 metri di lunghezza) che porta alla valle dello Zellertal.

Una rapida discesa porta a Monsheim, da cui il percorso piega decisamente verso est, lungo il Percorso Ciclabile dello Zellertal. Da qui in poi il percorso è prevalentemente pianeggiante, fino alla destinazione finale (Worms). Per raggiungerla, si passa per Pfeddersheim, con le sue mura e torri; si segue il torrente Pfrimm, passando per il borgo di Pfiffligheim, ormai in vista di Worms.

Si continua a seguire il torrente, molto tortuoso in questo tratto, per 2,5 km, all’ombra di imponenti alberi. Le rive del torrente sono un parco urbano, con panchine e giochi per bambini. Altri 3 km lungo piste ciclabili nel centro di Worms portano finalmente al Ponte dei Nibelunghi, meta finale di questo percorso. Da qui è possibile continuare a pedalare seguendo il percorso ciclabile lungo il Reno.

Mappa Openstreet con traccia del percorso


Visualizza una mappa più ampia

Lunghezza totale: 165 km
Dislivello in salita: 1440 m
Dislivello in discesa: 1450 m

Foto

Letture consigliate

ciclovia-danubio-guida austria-guida viaggi-germania ciclovia-drava-libro

Corso correlato

Masterclass: Bike Manager
1.499
Acquista
Lascia un commento

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi il meglio della settimana via mail.

Iscriviti