MENU
fancy women bike ride 2019

Underground Railroad Bicycle Route (UGRR)

Itinerari, Nord America • di

Underground Railroad Bicycle Route

Underground Railroad Bicycle Route

La Underground Railroad Bicycle Route (UGRR) è un percorso cicloturistico degli Stati Uniti che commemora l’omonima Underground Railroad, una rete clandestina di itinerari utilizzata nel XIX secolo dai neri d’America per sfuggire dalla schiavitù e dalla guerra civile verso gli stati liberi e il Canada.
Il tracciato principale, descritto di seguito, è lungo 3327 chilometri e collega la località di Mobile, in Alabama, a Owen Sound, nello stato canadese dell’Ontario, attraversando gli States da sud a nord e passando per gli stati del Mississipi, Tennessee, Kentucky, Indiana, Ohio, Pennsylvania e New York.

Cenni storici

Le fughe lungo la Underground Railroad erano programmate durante la notte e gli schiavi seguivano a piedi la stella polare o i corsi d’acqua per poi, all’arrivo del giorno, nascondersi nelle “stazioni” in cerca di riposo, cibo e altre indicazioni per proseguire il viaggio. In molti casi le fughe furono agevolate dai cosiddetti “abolizionisti”, cittadini americani che si battevano, tra le altre cose, per l’abolizione del commercio degli schiavi e la soppressione della schiavitù.
Grazie alla Underground Railroad si stima siano riuscite a fuggire dalla schiavitù, tra il 1810 e il 1850, oltre 30 mila persone.

Una vecchia mappa con alcuni itinerari della Underground Railroad

Una vecchia mappa con alcuni itinerari della Underground Railroad

Così come la maggior parte dei grandi itinerari cicloturistici degli USA, anche l’Underground Railroad Bicycle Route è stata ideata e tracciata dalla Adventure Cycling Association, la principale organizzazione statunitense di promozione del cicloturismo.

Le strade

Il primissimo tratto dell’itinerario, in Alabama e Mississipi, è abbastanza piatto e di facile percorrenza. Più collinosa è invece la sezione compresa tra Tennessee, Kentucky e Indiana. In Ohio si pedala lungo tre percorsi ricavati dai tracciati di ex ferrovie ora dismesse: la Little Miami Scenic Trail, la Prairie Grass Erie Trail e la Western Reserve Greenway Trail. In generale, tutta la Underground Railroad Bicycle Route corre su strade secondarie immerse nella natura e lontane dal traffico, se non nei periodi particolarmente turistici.
Il tratto canadese del percorso è breve ma spettacolare: si costeggiano infatti le cascate del Niagara viaggiando lungo un sentiero denominato Niagara River Recreation Trail.

Un monumento alla Underground Railroad a Paterson, nel New Jersey

Un monumento alla Underground Railroad a Paterson, nel New Jersey

Quando andare

I periodi ideali per percorrere la Underground Railroad Bicycle Route sono la primavera e l’inizio d’autunno, escludendo i mesi estivi per via del clima torrido in cui ci si potrebbe imbattere in alcuni tratti interni. Tuttavia, essendo un itinerario molto lungo (oltre 3000 km) e correndo da sud a nord, i climi sono molto diversi a seconda della latitudine. In particolare, fa storia a sé il tratto canadese dell’Ontario, caratterizzato da un clima più freddo soprattutto in autunno e da forti temporali in estate.
La nota positiva è che, ad eccezione delle sponde del lago Erie, le aree attraversate non sono quasi mai colpite da forti venti, a tutto vantaggio dei cicloturisti meno preparati fisicamente.

Logistica

La prima metà del tracciato si trova in aree più isolate ed in cui per molti chilometri sono assenti alcuni servizi necessari come cibo, acqua, strutture ricettive e negozi di biciclette. Perciò è bene affrontare questa prima sezione con la giusta attrezzatura di scorta e minime competenze di ciclomeccanica. Dallo stato dell’Ohio in poi, invece, si pedala in zone più urbanizzate attraversando anche alcune città medio-grandi.

Mappa

Altimetria

Profilo Altimetrico Underground Railroad Bicycle Route

Traccia gps gps- Mappa kml mappa

Il percorso

La località di partenza della Underground Railroad Bicycle Route è, non a caso, Mobile, in Alabama: nel XIX secolo infatti la città è stata uno dei porti principali per l’arrivo delle navi provenienti dall’Africa cariche di futuri schiavi.
Seguendo il corso del fiume Tombigbee, si potrà notare come lo stato dell’Alabama sia ricco di ulteriori testimonianze storiche: da alcuni luoghi in cui si è consumato massacro degli Indiani d’America al campo dei prigionieri di guerra tedeschi di Aliceville.

Dall’Alabama si entra in Mississipi e, appena dopo la località di Fulton, l’itinerario segue per 10 miglia la Old Natchez Trace, un’antica strada costruita e utilizzata per molti secoli dai nativi americani. Anche il tratto del Tennessee e del Kentucky, piuttosto impegnativo per quanto riguarda i dislivelli, è ricco di testimonianze legate alla storia degli Indiani d’America e alla guerra civile, come il Fort Donelson National Battlefield e lo Shiloh National Military Park.

Fort Donelson river battery

Fort Donelson river battery

Ancora nello stato del Kentucky, è possibile pedalare per un tratto lungo la Trace Road, una strada costeggiata da fitti boschi e spesso attraversata da mandrie di bisonti. Questa parte di tracciato è interdetta a tutti i veicoli commerciali.
Giunti in prossimità del fiume Ohio, che una volta rappresentava la linea di confine tra la schiavitù e gli stati liberi, la Underground Railroad Bicycle Route prosegue a nord-est seguendo il corso del fiume. In alcuni tratti questo corso d’acqua segna una linea di confine tra tre stati, Indiana, Ohio e Kentucky, ed è da qui che passarono un gran numero di persone per sfuggire alla schiavitù.

In località Maysville si attraversa il fiume Ohio e, poco più avanti, si trova la cittadina di Ripley, in cui negli anni della Underground Railroad furono molto attivi gli abolizionisti John P. Parker e John Rankin. Parker, ex schiavo afro-americano tornato in libertà e successivamente inventore, aiutò centinaia di persone a fuggire dalla schiavitù. La sua attività di supporto agli schiavi in fuga durò almeno quindici anni e oggi la sua casa a Ripley è stata restaurata ed inserita tra i National Historic Landmark, luoghi degli Stati Uniti giudicati di importanza storica particolarmente rilevante. Rankin era invece un pastore presbiteriano, che insieme alla sua numerosa famiglia ha fornito riparo a centinaia di fuggitivi nella propria casa, situata nella zona alta della città di Liberty Hill. La loro casa era riconoscibile durante la notte dalle sponde del fiume Ohio grazie ad una candela incandescente davanti la finestra.

La casa di John P. Parker a Ripley, in Ohio

La casa di John P. Parker a Ripley, in Ohio

La casa di John Rankin e la candela davanti la finestra, sullo sfondo il fiume Ohio.

La casa di John Rankin e la candela davanti la finestra, sullo sfondo il fiume Ohio.

Seguendo ancora il corso del fiume Ohio si arriva a Cincinnati, città in cui sono numerosi i siti che richiamano alla lotta dei neri per la libertà, come il National Underground Railroad Freedom Center e la Harriet Beecher Stowe House.

Da Milford nord a Xenia si pedala lungo la vecchia Little Miami Railroad, una ex ferrovia costruita verso la metà del 1800 e dismessa nel 1970, che ha ceduto il posto all’attuale Little Miami Scenic Trail, un sentiero completamente ciclopedonale lungo 126 chilometri. Lungo questo tracciato si alternano paesaggi rurali e terreni agricoli, città pittoresche, scogliere fluviali e boschi di latifoglie. Popolano l’area una miriade di uccelli canori e fauna selvatica come cervi dalla coda bianca, coyote, e castori.

Un punto di rifornimento lungo la Little Miami Scenic Trail

Un punto di rifornimento lungo la Little Miami Scenic Trail

Un’altra città interessante prima di Xenia è Springboro, fondata nel 1815 dall’abolizionista Jonathan Wright, che giocò un ruolo fondamentale per la fuga degli schiavi attraverso la Underground Railroad: si stima che passarono di qui tra il 1815 e il 1864 almeno 4 mila fuggiaschi. Il centro storico di Springboro ospita inoltre alcune case utilizzate per il rifugio degli schiavi ottimamente conservate e una in particolare, la casa di Jonathan Wright, è stata oggi riconvertita in Bed & Breakfast. In una parte dell’edificio, tra il secondo piano e il sottotetto, è possibile visitare un nascondiglio costruito appositamente per gli schiavi in fuga.
Visto il ruolo di protagonista che la città di Springboro ha rivestito per la conquista della libertà dei neri d’America, qui è costruito il primo memoriale alla Underground Railroad.

La casa di Jonathan Wright a Springboro, in Ohio

La casa di Jonathan Wright a Springboro, in Ohio

Poco più avanti, a Wilberforce, ancora nell’Ohio, si trova il National Afro-American Museum and Cultural Center, il cui scopo è quello di ripercorrere la storia e la cultura nera a partire dalle origini africane fino ai nostri giorni.

Superata Columbus, la capitale dell’Ohio, si giunge a Oberlin, dove ha sede l’omonimo Oberlin College, uno dei primi college degli Stati Uniti ad aver ammesso studenti afro-americani. A Oberlin è possibile visitare anche il Westwood Cemetery, dove riposano molti abolizionisti e schiavi, e la First Church of Oberlin, che costituiva il quartier generale della Oberlin Anti-Slavery Society, dove si sono tenute le commemorazioni in onore di John Copeland and Shields Green, due antischiavisti condannati all’impiccagione per la loro partecipazione nel 1859 al fallito assalto all’arsenale federale di Harper’s Ferry, con le cui armi intendevano organizzare una rivolta per sostenere gli schiavi nelle contee occidentali dello Stato della Virginia.

Memoraile alla Underground Railroad, a Oberlin

Memoraile alla Underground Railroad, a Oberlin

Proseguendo verso l’angolo nord orientale dell’Ohio, si fa ingresso nella contea di Ashtabula, nella cui area si trovano almeno una trentina di case che hanno ospitato gli schiavi in fuga attraverso la Underground Railroad. Ancora più avanti si pedala per una quarantina di chilometri lungo la Western Reserve Greenway, un sentiero completamente immerso nel verde e costeggiato da numerosi marker in memoria della Underground Railroad.

Siamo ormai quasi al confine con il Canada, e nella città di Ashtabula vale la pensa sostare per una visita alla Casa di Hubbard, adiacente alla Walnut Beach, considerata uno dei capolinea nord della Underground Railroad da cui molti schiavi fuggirono verso il Canada attraversando in barca il Lago Erie. Oggi è sede di un museo che ospita una mappa con le posizioni di tutte le stazioni della Underground Railroad.

Hubbard House

Hubbard House, ad Ashtabula

Un’altra zona fortemente segnata dalla storia della Underground Railroad è lo stato di New York e in particolare la città di Buffalo, prossima al confine con il Canada. Grazie al sentimento antischiavista diffuso in buona parte della popolazione, lo stato di New York era la sede di numerose case nascondiglio atte ad ospitare gli schiavi in fuga. Tra i siti storicamente più rilevanti, senz’altro la Michigan Avenue Baptist Church, una chiesa che dal 1850 ha ospitato e protetto in uno scantinato centinaia di fuggiaschi in attesa di essere imbarcati in Canada durante le ore notturne attraverso il fiume Niagara.

Siamo in Canada, dopo migliaia di chilometri in sella ma certamente molte meno difficoltà di quante ne affrontarono gli schiavi in fuga verso la libertà. Il tratto canadese è breve ma intenso, segue prima il sentiero Niagara River Recreation Trail e costeggia poi uno dei luoghi simbolo del Nord America e in generale una delle mete turistiche più famose al mondo: le cascate del Niagara.

Cascate del Niagara

Le cascate del Niagara

Sono numerose anche in quest’area le testimonianze e i memoriali che ricordano la Underground Railroad e in generale i passi più importanti della storia dei neri d’America.
Questo incredibile viaggio termina a Owen Sound: migliaia di schiavi decisero solo qui di fermarsi definitivamente e molti di loro si stabilirono in un vicino villaggio originariamente chiamato Sydenham.
Ogni anno dal 1862 la comunità nera organizza un picnic per festeggiare la propria emancipazione da picnic, sancita da due leggi ritenute le pietre miliari della libertà degli schiavi: la British Emancipation Act del 1834 e la United States Emancipation Proclamation del 1863.

International Underground Railroad Memorial a Windsor, in Ontario

International Underground Railroad Memorial a Windsor, in Ontario

Libri

usa-mondadori usa-parchi usa-west usa-map

Foto di copertina di Dennis Coello






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *