MENU

Classifica degli stati del mondo per utilizzo della bicicletta

News • di 27 Gennaio 2012

Ci sono più di un miliardo di biciclette nel mondo, circa il doppio delle automobili.
Di seguito la classifica dei 10 Stati per uso della bicicletta in ordine decrescente.

10) Cina
Popolazione: 1,342,700,000
Biciclette: >500,000,000
Ciclisti: >37.2%

Il 60% degli abitanti di Shanghai (la città più popolosa della Cina) usa la bici ogni giorno per andare a lavorare. Nella città ci sono di 9.430.000 milioni di biciclette e di 19.213.200 abitanti.
In Cina inoltre, nella città di Wuhan, è attivo il servizio di bike sharing più grande del mondo.

bicicletta-cina


aida

9) Belgio
Popolazione: 10,827,519
Biciclette: 5,200,000
Ciclisti: 48%

In Belgio l’8% di tutti gli spostamenti avviene in bicicletta. La distanza media percorsa giornalmente in bici da ogni abitante è di 0,9 km. Il ciclismo è anche uno sport nazionale molto seguito tra i belgi, che generalmente sono anche coloro che spendono di più per la cura e la manutenzione del mezzo.

bici-belgio

8) Svizzera
Popolazione: 7,782,900
Biciclette: 3,800,000
Ciclisti: 48.8%

In Svizzera il 5% degli spostamenti totali e il 10% di quelli per lavoro avviene in bicicletta.
E la Svizzera non è propriamente un paese per la bici, quindi più che nella quotidianità è usata per escursioni e passeggiate nella natura.

bici-svizzera

7) Giappone
Popolazione: 127,370,000
Biciclette: 72,540,000
Ciclisti: 56.9%

In Giappone il 15% degli spostamenti per lavoro avviene in bicicletta. Nell’ultimo decennio sono state vendute più di 10 milioni di biciclette all’anno. L’uso della bici è in costante crescita soprattutto in ambito urbano dove il traffico automobilistico la fa ancora da padrone.

bici giappone

6) Finlandia
Popolazione: 5,380,200
Biciclette: 3,250,000
Ciclisti: 60.4%

In Finlandia il 9% degli spostamenti avviene in bicicletta. La distanza media in bici percorsa da ogni abitante ogni giorno è di 0.7 km. Anche se la stagione ciclistica in questo paese inizia tradizionalmente in primavera o in estate, alcuni appassionati non temono né pioggia né vento. L’amore dei finlandesi per la bicicletta può essere paragonato a quello per i cani, la pesca, o la sauna.

bici-finlandia

5) Norvegia
Popolazione: 4,943,000
Biciclette: 3,000,000
Ciclisti: 60.7%

In Norvegia il 4% degli spostamenti avviene in bicicletta. In Norvegia è molto diffusa la piaga dei furti di bici, che i ladri più esperti ormai riescono a prendersi in meno di 20 secondi. Circa il 10% delle biciclette rubate sono esportate in Russia e nell’est Europa.

bici norvegia

4) Svezia
Popolazione: 9,418,732
Biciclette: 6,000,000
Ciclisti: 63.7%

In Svezia il 9% degli spostamenti avviene in bicicletta. La distanza media percorsa per abitante ogni giorno è di 0.7 km. La bicicletta in una famiglia svedese è presente come o più del televisore.

bici-svezia

3) Germania
Popolazione: 81,802,000
Biciclette: 62,000,000
Ciclisti: 75.8%

In Germania il 9% degli spostamenti avviene in bicicletta. La distanza media percorsa per abitante ogni giorno è di 0,9 km. La bicicletta fa parte in maniera radicata della cultura tedesca ed è raro che un bambino non sia cresciuto fin da piccolo accanto ad una bici, magari incoraggiato dalla famiglia. Questo fa si che anche in strada ci sia un forte rispetto verso chi circola in bicicletta.

bici-germania

2) Danimarca
Popolazione: 5,560,628
Biciclette: 4,500,000
Ciclisti: 80.1%

In Danimarca il 18% degli spostamenti avviene in bicicletta.La distanza media percorsa per abitante ogni giorno è di 1,6 km. La bicicletta è ovunque percepita come un mezzo sano, economico e rispettoso dell’ambiente, e spesso anche più veloce per spostarsi in città rispetto alle auto o ai mezzi pubblici. A Copenhagen il 37% degli abitanti usano la bici almeno una volta al giorno. Curiosità: la velocità media con cui viaggiano le auto nella capitale danese è di 27 km/h mentre è di 16 km/h quella delle biciclette.

bici-danimarca

1) Olanda
Popolazione: 16,652,800
Biciclette: 16,500,000
Ciclisti: 99.1%

In Olanda il 27% degli spostamenti totali e il 25% di quelli per per lavoro avviene in bicicletta. La distanza media percorsa per abitante ogni giorno è di 2,5 km. Nonostante la recessione del mercato, per le bici gli olandesi spendono ancora un sacco di soldi, si stima almeno 1 miliardo di euro all’anno. Circa 1,3 milioni di biciclette sono state vendute in Olanda solo nel 2009, ad un prezzo medio di 713 euro (1.008 dollari) ciascuno. Amsterdam ha 400 km di piste ciclabili e quasi il 40% di tutti i pendolari che raggiungono Amsterdam lo fanno in bicicletta. La maggior parte i ciclisti non indossare il casco. I furti restano purtroppo un grosso problema, con una media di una bicicletta su cinque rubata ogni anno.

bici-olanda

Fonti:

Ibike
Wikipedia
Cyclinginfo
European Environment Agency (EEA)
Aberdeen University
Cycling is good for you
Design-density







3 Risposte a Classifica degli stati del mondo per utilizzo della bicicletta

  1. […] di basso impatto ambientale e salubre per la gente.  Da quanto è emerso dall’indagine di bikeitalia.it, L’Italia non compare nella statistica.Essa ha la più alta percentuale di possesso […]

  2. Luca ha detto:

    “In Svizzera il 5% degli spostamenti totali e il 10% di quelli per lavoro avviene in bicicletta.
    E la Svizzera non è propriamente un paese per la bici, quindi più che nella quotidianità è usata per escursioni e passeggiate nella natura.”

    Scusate, ma qualcosa non torna, se il 10% degli spostamenti in bici è per lavoro (e solo il 5% dei totali), direi che è proprio il contrario di quello che concludete: in Svizzera si usa la bicicletta relativamente di piú nella quotidianitá (andare al lavoro, credo ci vadano ogni giorno), piuttosto che per escursioni o passeggiate nella natura …

    A meno che non vogliate rinforzare il concetto che … in Italia la bici non si può usare, erchè ci son troppe salite e quindi va bene il cicloturismo, ma l’uso quotidiano no …

  3. […] Cina è tra i dieci paesi al mondo in cui è più diffuso l’uso della bicicletta. Lungi da noi consigliarti di utilizzarla nelle […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *